Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista esclusiva a Mauro Simone

Intervista inedita (Ottobre, 2005) realizzata da Morena Pompignoli a Mauro Simone interprete dei musical "GREASE", "PINOCCHIO", "A QUALCUNO PIACE CALDO" ma anche regista teatrale e doppiatore ,vorrebbe prestare la sua voce "A Robin Williams e ai cartoni della Disney in particolare a Lumière de "La Bella e la Bestia".

MORENA; Ciao Mauro, tu sei conosciuto al pubblico come interprete di famosi musical tra i quali “GREASE”, “PINOCCHIO”, “A QUALCUNO PIACE CALDO” e molti altri ancora. Da poco tempo però hai deciso di intraprendere una nuova strada artistica: quella di regista teatrale. Infatti nella scorsa estate hai curato la regia del musical “TOC TOC A TIME FOR MUSICAL” con Manuel Frattini. Com’è nato questo progetto?

MAURO: Per caso mentre eravamo a Milano con “Pinocchio” GIOVANNA GATTINO e SERGIO PAGANO della Palazzo Irreale Produzion chiesero a Manuel di fare una serata a Selvino. Durante la preparazione della serata - dalla scelta delle canzoni alle parti danzate - ne è nato un musical partendo dall’idea di “MUSICAL, MAESTRO” di FABRIZIO ANGELINI che ringraziamo per avercela concessa.

MORENA: Quando Manuel ti ha detto che, oltre ad esserne protagonista, ne saresti stato anche il regista che cosa hai provato?

MAURO: Una grande contentezza perché era un sogno che si avverava.

MORENA: Qual è stato il primo passo nell’allestimento dello spettacolo?

MAURO: Premetto che sono molto istintivo e la prima immagine che mi è venuta in mente per questo spettacolo è stata quella delle porte. Porte di diverse dimensioni a cui i giovani artisti bussano per trovare il futuro.

MORENA: Guardando la locandina ho visto che le porte sono di differenti colori. C’è un motivo dietro a questa scelta?

MAURO: No. Anche nella scelta dei colori mi sono lasciato guidare dall’istinto e il giallo, il rosso, il blu e l’arancione sono i colori che usavo di più quando frequentavo il Liceo Artistico.

MORENA: Partendo dall’idea di Fabrizio Angelini, come hai impostato lo spettacolo?

MAURO: Durante la fase di adattamento dello spettacolo mi sono attenuto ad una richiesta di Manuel: creare una storia dove, fossero inserite le canzoni che hanno fatto parte della sua vita e dove, chiunque vedendola vi si potesse rispecchiare.

MORENA: Come hai impostato il lavoro con gli attori?

MAURO: Mi piace molto lavorare sull’improvvisazione. Quindi non dico mai ad un attore come fare un personaggio voglio prima vedere come lo farebbe e, successivamente, lo modello. E’ un metodo che ho acquisito dai miei studi su Stanislawskij e dai seminari che ho frequentato.

MORENA: Qual è il momento durante la realizzazione di uno spettacolo che ti piace di più?

MAURO: Quello delle prove. Adoro veder crescere un’idea.

MORENA: A proposito come sta tua zia?

MAURO: (L’intervistato rimane un attimo perplesso). Ho capito. Mia Zia Gilda, il personaggio che interpreto nel musical, sta bene grazie.

MORENA: Com’è questo personaggio?

MAURO: Gilda è la zia barese di Manuel. Per crearlo mi sono ispirato ad una persona che esiste davvero nella realtà solo che l’ho rivoluzionata! E’ molto formosa, entra in scena facendo l’elenco della spesa…Molto divertente. Oltre a questo personaggio interpreto anche Enzo Batacchio della B&B accompagnato da sua moglie Annabella Brambilla.

MORENA: A proposito di divertente, c’è una scena che ti diverte in questo musical?

MAURO: Sì, ce ne sono due. La prima è quella con la giornalista della “Spaccata americana” (interpretata da Loredana Sartori): una giornalista molto comica perché si annota tutto sui post-it e se li attacca sui vestiti. Mentre, la seconda, è quella dove l’insegnante di recitazione (interpretato da Angelo Di Figlia) cerca di spiegare a Manuel cos’è il teatro e la dizione.

MORENA: E la scena più toccante?

MAURO: Quando Manuel acolta il disco con la canzone “Over the rainbow” e si mette a parlare col padre.

MORENA: Quando ha debuttato lo spettacolo cos’hai provato?

MAURO: Ero agitato e preoccupato più per gli altri che per me. Poi quando ho visto il pubblico divertirsi e ridere sono stato contento.

MORENA: C’è stato un momento in cui ti sei emozionato particolarmente?

MAURO: Quando due giorni dopo lo spettacolo ho visto il DVD dello spettacolo con mio padre ed è stato emozionante vedere i suoi occhi brillare.

MORENA: Un bel progresso davvero e dire che hai iniziato per gioco….

MAURO: Esatto. A cinque anni con mia sorella Valentina giocavamo a fare gli speaker radiofonici poi a sette anni interpretai, nella parrocchia della mia città, il grillo nel musical “Pinocchio” con le canzoni di Bennato.

MORENA: Poi a 17 anni arriva “Grease”…

MAURO: Per il mio compleanno i miei genitori mi regalarono un biglietto per vedere “Grease” al Teatro Nuovo di Milano, ne rimasi folgorato tanto che l’anno dopo andai a Roma per fare i provini e fui scelto.

MORENA: C’è un regista che ha fatto scattare in te la voglia di cambiare?

MAURO: Fu Saverio Marconi. Fin dalla prima volta che lavorai con lui mi affascinò ed ogni giorno cresceva in me i desiderio di cambiare. Di Marconi ti colpisce l’immediatezza con cui ti espone un concetto. Ti fa capire subito dove vuole arrivare quando monta una scena o crea un personaggio.

MORENA: Tu sei anche doppiatore. A chi ti piacerebbe prestare la tua voce?

MAURO: A Robin Williams e ai cartoni della Disney in particolare a Lumière de “La Bella e la Bestia”.

MORENA: Se ti faccio aprire la porta del tuo futuro cosa vorresti vedere?

MAURO: La creazione di un centro polifunzionale a spirale dove al centro c’è il palco e da lì partono tutte le arti. Un modo per dare ai giovani la possibilità di apprezzare e di avvicinarsi all’arte in generale.

MORENA: Siamo alla fine dell’intervista, c’è un portafortuna che tieni con te?

MAURO: E’ un biglietto che mia sorella Stefania mi scrisse per il debutto di “Grease” e dice: non ti preoccupare quando sarai in scena fai finta che ci siano le 500 persone della parrocchia sempre pronte ad applaudirti.

MORENA: L’intervista si conclude qui e ringraziamo Mauro Simone per la sua disponibilità e IN BOCCA AL LUPO per tutto.

(Nella foto Mauro e Lorella Cuccarini in una pausa dal Musical “Grease”)

MORENA POMPIGNOLI