Questo sito contribuisce alla audience di

Clarissa Leone e Distretto di polizia 6 - Intervista

" ... Distretto di polizia 6 ... Ottima esperienza, persone competenti, serene e gradevoli, ho avuto l'occasione di lavorare al fianco di attori con molta ma molta più esperienza di me ... ho l'onore di conoscere un pochino di più Marco Marzocca (Ugo Lombardi) che seguo da anni in tv e ritengo un ottimo artista a 360 gradi ... Il cast è colorato da artisti veri, qualche anno fa guardavo distretto di polizia comodamente buttata sul divano oggi resto in casa immobile ad osservare la bravura di tutti gli attori, godo nel vedere una bella scena girata perfettamente con una ottima interpretazione…grandi tutti…nessun improvvisato davvero orgogliosa d’aver partecipato ad una fiction così importante. Tra i miei progetti uno imminente con la regista di “TRE” per un mio short-film scritto da me e co diretto da me e Ivana Marrone già conosciuta per aver lavorato come aiuto regia di Patrizio Pace ne “La vita nell’angolo” interamente girato nella mia terra che è l’Abruzzo che amo davvero moltissimo. Ho un grande progetto non di lavoro ma di beneficenza: La costruzione di un canile per dare l’opportunità ai nostri cagnolini abruzzesi di trascorrere un inverno dignitoso e non solo ... "

DANIELA: Clarissa, hai lavorato in Distretto di polizia 6, le puntate inedite stanno andando in onda su Canale 5 in questa stagione. Ci puoi raccontare qualcosa della vita sul set di questa fiction? Del tuo ruolo, del rapporto artistico con i colleghi?

CLARISSA: Ottima esperienza, persone competenti, serene e gradevoli, ho avuto l’occasione di lavorare al fianco di attori con molta ma molta più esperienza di me, preferirei accennare qualcosa che riguarda solo coloro con cui ho lavorato: Partirei dalla persona che ho l’onore di conoscere un pochino di più Marco Marzocca (Ugo Lombardi) che seguo da anni in tv e ritengo un ottimo artista a 360 gradi.
L’ho seguito in “Buldozer”, “Zelig” e in diversi spettacoli teatrali in giro per l’Italia, uno degli ultimi si è chiuso l’estate scorsa all’isola del cinema di Roma (Isola Tiberina) in agosto. Devo dire sinceramente che l’ho vissuto con grande emozione.
Marco si che è un uomo che merita grandi successi, poliedrico, simpatico, umile e con tanta energia positiva da trasmettere.
Tra poco sarà in scena con il “Don Chisciotte senza esagerare” in giro per l’italia e certamente non mancherà il numeroso pubblico che lo segue sempre.
Con Giorgio Tirabassi (Roberto Ardenzi) è stato molto divertente girare alcune scene, è davvero ironico sempre restando un grande professionista.

Il maestro Antonello Grimaldi che ho ammirato anche qualche anno fa ne “Le stagioni del cuore” con un cast di tutto rispetto anche li (Alessandro Gassman, Martina Stella e Anna Valle) comunica già da lontano seduto sulla sua sedia regia, grande professionalità, competenza, serenità e chiarezza mentale, ricordo il primo giorno sul set, salivazione a zero, e una piccola paura di sbagliare…lui alla fine della scena mi ha salutato con un abbraccio e un semplice“ci vediamo” rilassatissimo…

Roberto Nobile (Antonio Parmesan) è stato il primo attore con cui ho girato l’episodio “Ladri di bambini” mi imbarazzava perché è molto taciturno credevo di non essergli simpatica ma poi ho scoperto che è così, presumo riservato, per cui va benissimo…è se stesso.

Il cast è colorato da artisti veri, qualche anno fa guardavo distretto di polizia comodamente buttata sul divano oggi resto in casa immobile ad osservare la bravura di tutti gli attori, godo nel vedere una bella scena girata perfettamente con una ottima interpretazione…grandi tutti…nessun improvvisato davvero orgogliosa d’aver partecipato ad una fiction così importante.

Giulia Bevilaqua (Anna Gori) bravissima attrice, così come Simone Corrente (Luca Benvenuto) anche lui in gambissima, a pelle direi ragazza sincera pur non conoscendola al di là del set, ma alcune cose si avvertono.

DANIELA: Quali altri futuri tuoi lavori puoi anticiparci?

CLARISSA: Ho appena firmato un contratto con la Rò film dei fratelli Di Felice con cui ho girato “Troppo tempo per pensare” che mi ha dato l’opportunità di vincere nell’edizione 2006 il premio di miglior attrice non protagonista al 10 nettuno film festival.
E’ il loro primo lungometraggio per il cinema dal titolo provvisorio “Ciò che si è è meglio di ciò che si ha”.
Lavoriamo a 360°, guardiamo film insieme, studiamo insieme, giriamo l’Abruzzo in lungo e largo insieme, che dire grande soddisfazione e siamo solo in fase di riscaldamento…
E’ soddisfacente lavorare con ragazzi quasi coetanei pieni di energie pieni di voglia di fare, hai l’opportunità di dire la tua di proporre (sempre nei limiti) un qualcosa per regalare al personaggio una sfumatura particolare, di confrontarti, di farti aiutare se pensi che quella scena debba essere girata nuovamente.

Con Cristiano c’è anche una pura amicizia che ci lega da anni ma sul set torniamo ad essere due professionisti che si stimano anche professionalmente; poi la sera si va a cena, si assapora un buon vino ma sul set si lavora sodo anche più ore del previsto se necessario.

Con Alessandro di Felice (sceneggiatore del film) c’è un bel rapporto oltre all’amicizia, di fiducia reciproca, se non ci si sente per qualche tempo ognuno di noi sa che stà lavorando anche per l’altro…un vero scambio di belle energie che mi dona spensieratezza e zero nervosismi.

Tra i miei progetti uno imminente con la regista di “TRE” (short film in concorso insieme ad altri due short-film italiani allo “Short film festival di Los angeles – Hollywood” e in concorso alla “25°ora” su La 7 in cui ho interpretato tre personaggi psicologicamente instabili) per un mio short-film scritto da me e co diretto da me e Ivana Marrone già conosciuta per aver lavorato come aiuto regia di Patrizio Pace ne “La vita nell’angolo” interamente girato nella mia terra che è l’Abruzzo che amo davvero moltissimo.

Ho un grande progetto non di lavoro ma di beneficenza che ho preferito tenere per ultimo considerando che gli ultimi saranno i primi:
La costruzione di un canile per dare l’opportunità ai nostri cagnolini abruzzesi di trascorrere un inverno dignitoso e non solo.
È un sogno che ho da diversi anni, da quando ho visto abbandonare un cane e i padroni correr via nella nebbia, non voglio più credere che si possa arrivare a far del male a degli animaletti indifesi e così bisognosi d’affetto, eppure è una realtà, abbiamo circa 150 cagnolini che hanno bisogno di noi il comune di Cepagatti insieme ad alcuni privati hanno impiegato parte delle proprie forze per contribuire alla prima fase di realizzazione ma è evidente che non basta…e oggi grazie alla “Associazione Rosetta” di Villanova di Cepagatti - Pescara è possibile realizzare, sto decidendo le date delle due serate di beneficenza organizzate da me e da un ufficio stampa una a Roma e l’altra a Pescara.

DANIELA: Ti ringraziamo e infine ti chiediamo di lasciare un saluto ai tuoi numerosi fans che sappiamo essere tanti a giudicare dalle email che riceviamo e dalle opinioni gentili rilasciare per la tua prima intervista realizzata per superEva e per il Blog dell’omonima guida!

CLARISSA: Semplicemente fantastico, posso iniziare ringraziando coloro che ogni giorno si interessano a me pur semplicemente scrivendo un “ buonissima giornata “o ancora “mi piacerebbe conoscerti”… mi lusinga moltissimo ricevere complimenti da ragazzi della mia età che magari hanno voglia di fare questo lavoro o magari no magari desiderosi di conoscere un settore lontano dal loro…sono molte le cose da dire, tante le emozioni che desidero regalare loro…felice di sentirvi vicini grazie a cuore aperto a tutti voi…