Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista a Luca Cataldi

" ... Lasciai il teatro per seguire come tutti i ragazzi “normali “ della mia età l’università, pensando di iniziare un percorso serio e costruttivo. Fu un grande errore…Il mio pensiero era sempre lì.. Non so se si trattasse del “sacro fuoco” , o quella roba lì , come dicono gli attori di questi giorni. Ma l’unica cosa che ti posso dire che avevo una grande voglia di esplodere , di uscire fuori…Il leone che era dentro me , incatenato , era ormai stanco ed esausto di accontentarsi. Era arrivato il momento ... A gennaio ho frequentato il corso di Giorgio Lopez. Una persona straordinaria, ricca di personalità e talento. Un uomo dalle mille facce , dalle mille voci , una persona cosi ricca di sensibilità , da riuscire anche se per poco a tirar fuori quello che da tanto aspettavo ... Arrivò il mio turno per entrare a fare una prova di lettura. Il cuore a mille, bocca prosciugata, il vuoto intorno a me. Cominciai la lettura . Fu una catastrofe.. priva di senso e intonazione. Ad un tratto si sentì la voce del maestro Miaghi ( del film successo Karate kid , doppiata da Lopez) che diceva “ Lucasan… Tu avere in bocca una Ferrari… ma guidare come Panda ..!!! ). Può sembrare stupido ma mi cambiò la vita. Ho incominciato a crederci… Sono impegnato da agosto a ottobre con uno spettacolo teatrale ,che girerà in tutta Italia , diretto da Totò Onnis , attore barese straordinario che ha lavorato anche con il maestro Fellini ,insieme al mio migliore amico, Marco Caldoro, straordinario attore romano ... "

DANIELA: Luca, abbiamo avuto il piacere di conoscerti durante le riprese del nostro speciale dedicato al grande Giorgio Lopez, con videointerviste realizzate anche ad altri bravissimi ex-allievi di Giorgio, speciale che andrà in onda su superEva Dada.net, su Voices - Voci in action web tv e su Sky, ci racconti come nasci artisticamente? Qual è stata la tua formazione artistica e quali sono stati i maestri che ti hanno aiutato durante questo tortuoso percorso? Quali esperienze artistiche vorresti citare?

LUCA: Luca Cataldi nasce il 29/09/1981 a Campobasso ,in una piccola ma tranquilla cittadina , nel centro sud dell’Italia. Come nasco artisticamente?…..Bella domanda… !!! Il mio percorso sicuramente non è stato uno tra i piu lineari che può appartenere alla vita di un’attore…Io nasco e muoio ogni giorno..!!Tutto quello che apprendo sembra farmi accedere ogni istante in una realtà sempre nuova. Come con te adesso ,mia cara Daniela.!! Questa intervista mi fa contattare con qualcosa che non so dove mi porterà , ma sicuramente sarà un scambio entusiasmante.. Tutto ciò è molto affascinante!! Niente di costruito , ma tutto da scoprire ..!!! Ho iniziato ad avere il mio primo contatto con un pubblico a sedici anni, presso il liceo Scientifico. La mia timidezza non mi permise di avere una grande parte, ma la mia inesauribile voglia di comunicare mi fece salire sul palco. Lasciai il teatro per seguire come tutti i ragazzi “normali “ della mia età l’università, pensando di iniziare un percorso serio e costruttivo. Fu un grande errore…Il mio pensiero era sempre lì.. Non so se si trattasse del “sacro fuoco” , o quella roba lì , come dicono gli attori di questi giorni. Ma l’unica cosa che ti posso dire che avevo una grande voglia di esplodere , di uscire fuori…Il leone che era dentro me , incatenato , era ormai stanco ed esausto di accontentarsi. Era arrivato il momento. Così decisi di ricontattare i mie amici che avevano avuto piu coraggio e determinazione di me. Coloro che avevano fatto di una loro passione un mestiere , fregandosene di tutti e di tutto. Infatti colgo l’occasione per ringraziare il mio caro amico Diego Florio, un bravissimo attore molisano, diplomato presso l’ Accademia Silvio D’amico. Se non fosse stato per lui, probabilmente non starei qui ora. Mi ha regalato il supporto necessario per dare una svolta alla mia vita . Così in quello stesso periodo incontrai il mio maestro Riccardo Zinna, Attore napoletano dal talento straordinario e come direbbe Salvatores : “ Il nuovo Joe Pesci italiano”. Riccardo l’ho conosciuto durante lo spettacolo Romeo e Giulietta scritto e diretto da Stefano Sabelli. Zinna ha rappresentato il mio primo incontro con un vero professionista , un maestro , un amico. Con lui ho conosciuto tante personalità del panorama cinematografico italiano , per esempio Diego Abatantuono, Rocco Papaleo , Antonio Catania ecc. Con lui decisi di venire a Roma , così frequentai per due anni la scuola di recitazione diretta da Beatrice Bracco. Una scuola fantastica , dove però ho trovato molte difficoltà di integrazione , per il mio” carattere complicato”.

DANIELA: Sappiamo che hai frequentato la scuola di doppiaggio di Giorgio Lopez, cosa puoi dirci di questa esperienza? Quali insegnamenti ti ha saputo donare questo grande artista?

LUCA: A gennaio ho frequentato il corso di Giorgio Lopez. Una persona straordinaria, ricca di personalità e talento. Un uomo dalle mille facce , dalle mille voci , una persona cosi ricca di sensibilità , da riuscire anche se per poco a tirar fuori quello che da tanto aspettavo. Ricordo i primi giorni nello studio di registrazione. C’era molta tensione in me , come se dovessi dimostrare chi sa che cosa. Arrivò il mio turno per entrare a fare una prova di lettura. Il cuore a mille, bocca prosciugata, il vuoto intorno a me. Cominciai la lettura . Fu una catastrofe.. priva di senso e intonazione. Ad un tratto si sentì la voce del maestro Miaghi ( del film successo Karate kid , doppiata da Lopez) che diceva “ Lucasan… Tu avere in bocca una Ferrari… ma guidare come Panda ..!!! ). Può sembrare stupido ma mi cambiò la vita. Ho incominciato a crederci…Molti dei miei blocchi svanirono ..La sua voce mi rassicurava. La sua ricca personalità ci proteggeva. Adesso il corso è finito da circa due mesi , ma siamo ancora in contatto. Ho tantissima voglia di imparare bene questo mestiere del doppiaggio. Quindi vorrei continuare a seguire Giorgio. Ringrazio anche Rossella , la nostra insegnante di dizione , perché anche lei ha regalato momenti di sana crescita interiore e artistica. Insomma , prendendo in prestito una frase di un film , dico :”IO SPERIAMO CHE ME LA CAVO!!!”.

DANIELA: Da cosa nasce la passione per il doppiaggio?

LUCA: La passione del doppiaggio nasce per caso. Ho sempre visto il doppiaggio come una tra le arti più complete e difficili. Come dice il mio maestro Lopez , bisogna che “l’anima e la voce si incollino a quella dell’attore che stai interpretando”. Quando si parla di anima e di unione , ci affacciamo in una sfera molto delicata della vita di ognuno. Il doppiatore è il compositore delle soavi e melodiche note da cui nasce l’anima della voce. Nulla si raggiunge senza sforzo. Bisogna tener duro e non guardarsi troppo intorno , credendo a falsi miti .. Ognuno ha il suo percorso, e per esso deve lottare e allontanare la negatività di cui è circondato.

DANIELA: Cosa ti aspetti dal futuro come giovane uomo e come artista?

LUCA: E’ una domanda che mi pongo costantemente….,. Secondo me anche quando dormo….!!!!Cosi si spiegherebbe perché la mattina mi sveglio sempre a testa in giù , con le coperte per terra. Dal futuro mi aspetto di ritrovarmi come proiezione del mio presente. Quindi un giovane, fanciullo, uomo che cerca di prendere le redini delle responsabilità di ciò che decide. Per il mio presente di impegnarmi mantenendo vivo il desiderio di essere un discreto e umile artista.

DANIELA: Quali consigli vorresti dare ad un aspirante attore doppiatore? Cosa dovrebbe e cosa non dovrebbe fare un aspirante, a tuo avviso ?

LUCA: Dare consigli ?… Va bè …: “ Decidi chi vuoi essere. Vai da Giorgio Lopez , e abbandonati come non hai mai fatto prima ai consigli di un grande maestro. Rimani te stesso , anche se il mondo gira al contrario. Non scendere a compromessi , ma dì la tua sempre!!!! “. Non fare come me , non passare da una cosa all’altra, se hai la fortuna di aver capito chi vuoi essere, abbi coraggio e vai avanti. Ringrazia la tua famiglia e perdonati sempre. Non so se sono dei buoni consigli , ma sono queli che io farei se l’avessi saputo. Non ci sono cose giuste o sbagliate , ascolta la tua voce e anche se apparentemente la tradisci , non preoccuparti, stai crescendo.!!!

DANIELA: Ringraziandoti per la tua grande disponibilità e simpatia puoi anticiparci qualche futuro progetto in campo artistico?

LUCA: Ma, mia cara Daniela , ringrazio te per questo straordinario momento regalatomi. Ho delle risposte per dei casting televisivi, come dicono loro : “ Le faremo sapere..!!”. Sono impegnato da agosto a ottobre con uno spettacolo teatrale ,che girerà in tutta Italia , diretto da Totò Onnis , attore barese straordinario che ha lavorato anche con il maestro Fellini ,insieme al mio migliore amico, Marco Caldoro, straordinario attore romano.

Ringraziamo nuovamente Luca per la sua grande disponibilità e gli auguriamo di realizzare tutti i suoi desideri artistici e vi ricordiamo che a partire da Settembre 2007 riprenderà il corso di doppiaggio curato da Giorgio Lopez . Prossimamente vi forniremo eventuali ulteriori dettagli nel frattempo vi rendiamo noto l’indirizzo di posta elettronica e il numero di cellulare ai quali far riferimento per maggiori ragguagli:

N.B. Per informazioni circa i corsi di doppiaggio è importante scrivere a

giorgio.lopez@libero.it indicando nell’oggetto dell’email le seguenti parole : “Informazioni scuola doppiaggio”.

Oppure chiamare:

Cellulare: 339-1553462

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • wewesupergiù

    07 Aug 2009 - 10:07 - #1
    0 punti
    Up Down

    Questa intervista è ridicola..ma chi è questo sconosciuto. Ho fatto una breve ricerca su internet ma..?..boh!! chi è? …ha detto troppe cavolate. Tu sai di non essere ciò che vorresti essere ragazzo. Abbandonati ad una vita normale come la massa, ciao!