Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista esclusiva alla scrittrice Cristina Origone

" ... Vorrei fare tutto! Scrittura a 360°. Scrivere per il cinema, per la televisione e anche per il teatro, perché no? E una bella sceneggiatura per un fumetto? Perché privarmene? Si parla di sogni, no? Va bene, ritorno con i piedi per terra, e ti dico che è impossibile fare tutto e soprattutto farlo bene. Non mi piace fare le cose tanto per farle, quindi, il primo obiettivo che mi pongo è di migliorare nella scrittura ... Ovviamente tengo molto a tutto ciò che ho scritto, veder pubblicato qualcosa di mio, è sempre una grande emozione, però il libro “Come portarsi a letto una donna in 10 mosse” è stata sicuramente la pubblicazione che mi ha dato più soddisfazioni perché ha venduto parecchie copie e ho ricevuto anche dei commenti molto carini ... Le interviste per Fiction Tv sono sempre emozionanti! I doppiatori sono attori straordinari, che fanno, secondo me, un lavoro molto importante per il cinema. Giorgio Lopez è una persona squisita. Molto simpatico e disponibile, che mi ha messo subito a mio agio. È stata un’intervista che ricorderò nel tempo. Come ricorderò l’intervista a Massimo Rossi (uscirà prossimamente su Fiction tv). Parlare con Massimo è stato come fare una bella chiacchierata fra amici: mi sembrava di conoscerlo da sempre ... "

DANIELA: Cristina, ci racconti qualcosa di te, della tua formazione artistica, dell’amore per la scrittura e per i fumetti …?

CRISTINA: Ho sempre letto molto, credo che tutto nasca da lì. Da bambina leggevo molti romanzi, soprattutto gialli, e fumetti. E ovviamente il mio sogno più grande era fare la scrittrice. Però poi ho preso una strada completamente diversa. Avevo un negozio, che poi ho chiuso, e da qualche anno ho deciso di dedicarmi completamente a ciò che mi piace di più: scrivere. Ho frequentato la Scuola Chiavarese del Fumetto per due anni, e ho ripreso a disegnare. Per la scrittura, invece, credo di essere stata molto fortunata, perché ho conosciuto una persona, che non smetterò mai di ringraziare: Franco Forte, il direttore editoriale di Delos Books. Mi ha insegnato molto, lo considero il mio maestro.

DANIELA: Sulla rete è presente il tuo sito che consigliamo di visitare: www.origone.it
è presente tra i tuoi bellissimi disegni anche una scheda dedicata alle pubblicazioni dei tuoi interessanti libri : www.origone.it/pubblicazioni.htm

Ci potresti raccontare qualcosa di ciascuna di queste pubblicazioni e in particolare dell’ultima dal titolo “Come portarsi a letto una donna in 10 mosse”, scritto assieme alla scrittrice Laura Amisano, vi riportiamo anche la recensione realizzata dal tgcom:

www.tgcom.mediaset.it/libri/articoli/articolo371079.shtml

CRISTINA: Ovviamente tengo molto a tutto ciò che ho scritto, veder pubblicato qualcosa di mio, è sempre una grande emozione, però il libro “Come portarsi a letto una donna in 10 mosse” è stata sicuramente la pubblicazione che mi ha dato più soddisfazioni perché ha venduto parecchie copie (siamo alla terza ristampa!), e ho ricevuto anche dei commenti molto carini da diversi lettori, soprattutto donne.

DANIELA: Come è nata questa collaborazione e l’ìdea di parlare di questa tematica? Sappiamo che il vostro libro sta riscuotendo parecchi consensi …

CRISTINA: L’idea è nata per caso. Si parlava con Laura di uomini, e fra varie battutine simpatiche, è nata l’idea di scrivere un libro per far capire all’uomo che cosa pensa la donna e soprattutto cosa si aspetta da un’avventura. Da lì il passo è stato breve e ci siamo dette: ma perché non diamo qualche consiglio, in modo ironico, ovvio, a questi “poveri” uomini che si ritrovano ad avere a che fare con noi donne che siamo un tantinello più complicate quando si tratta di sesso (e non solo)? Ed è uscita fuori questa guida semi-seria di consigli dati agli uomini, in cui le donne si ritrovano e non possono fare a meno di sorridere. Lo stesso fenomeno si sta verificando per Femmine, un’antologia erotica in cui è presente il mio racconto “Quattro chiacchiere sotto le lenzuola”. Molte lettrici si riconoscono nelle storie delle dodici autrici.

DANIELA: Io sto leggendo in questi giorni, tra una pausa e l’altra dal lavoro e dallo studio, “Come portarsi a letto una donna in 10 mosse”, ed è un libro decisamente simpatico e divertente che consiglio di leggere sia ai ragazzi sia alle ragazze, in questa calda estate … Tra le varie attività e i vari interessi sei anche una giornalista di fiction tv, proprio nel numero di Luglio e Agosto 2007 è uscita la tua intervista dedicata al grande Giorgio Lopez, corredata da immagini di backstage scattate da me durante le riprese inerenti al documentario dal titolo “Doppiare è … fare cultura” a Settembre in onda su varie reti Sky e a tal proposito ti ringraziamo nuovamente per la citazione di questa guida.

http://guide.dada.net/doppiaggio_e_doppiatori/interventi/2007/07/302860.shtml

Cosa ci puoi raccontare di questo incontro con questo grande artista: Giorgio Lopez. Quali altri grandi attori doppiatori hai intervistato e cosa pensi in generale del mondo del doppiaggio, quali voci ti emozionano più di altre?

CRISTINA: Intanto grazie a te, Daniela, per questa bella collaborazione, che spero continuerà per molto tempo ancora. Le interviste per Fiction Tv sono sempre emozionanti! I doppiatori sono attori straordinari, che fanno, secondo me, un lavoro molto importante per il cinema. Giorgio Lopez è una persona squisita. Molto simpatico e disponibile, che mi ha messo subito a mio agio. È stata un’intervista che ricorderò nel tempo. Come ricorderò l’intervista a Massimo Rossi (uscirà prossimamente su Fiction). Parlare con Massimo è stato come fare una bella chiacchierata fra amici: mi sembrava di conoscerlo da sempre. Merito suo e della sua enorme disponibilità. Credo che il doppiaggio debba molto a persone come lui, che non sono solo belle voci, ma sono attori professionisti che mettono l’anima nel loro lavoro. E si sente.Invece, le voci che mi provocano sempre quel brividino sulla pelle sono tante, però vorrei parlare di una donna, visto che ho fatto solo nomi maschili. C’è una voce che mi emoziona sempre, che non ho ancora intervistato (e mi piacerebbe molto farlo…) : è Cristina Boraschi.

DANIELA: Per il futuro cosa si aspetta Cristina , artisticamente parlando e come donna? Cosa sogna Cristina per se stessa: un futuro da fumettista, da giornalista, da scrittrice … oppure Cristina vorrebbe proseguire contemporaneamente tutte queste affascinanti attività e altre ancora?

CRISTINA: Vorrei fare tutto! Scrittura a 360°. Scrivere per il cinema, per la televisione e anche per il teatro, perché no? E una bella sceneggiatura per un fumetto? Perché privarmene? Si parla di sogni, no? Va bene, ritorno con i piedi per terra, e ti dico che è impossibile fare tutto e soprattutto farlo bene. Non mi piace fare le cose tanto per farle, quindi, il primo obiettivo che mi pongo è di migliorare nella scrittura. I fumetti li ho abbandonati e considero il disegno solo un hobby. Per Fiction Tv è poco che scrivo, e ho ancora tanto da imparare, però mi piace, e vorrei continuare. Per quanto riguarda i romanzi, il sogno più grande, è di diventare una brava scrittrice di thriller. È un genere che adoro e ti posso dire che in questi giorni ho firmato un contratto con i Fratelli Frilli Editori, e presto uscirà un mio romanzo thriller. Ci tenevo molto a pubblicare con questa casa editrice genovese, credo che questo sia da considerarsi la realizzazione di un piccolo sogno. E poi ho un bel progetto nel cassetto, di cui non parlo per scaramanzia…

DANIELA: Ti ringraziamo per la tua gentilezza e simpatia e infine , se ti farà piacere, vorremmo che lasciassi un messaggio per tutti i tuoi lettori e per coloro che vorrebbero leggere le tue opere, cosa vorresti far sapere loro?

CRISTINA: Intanto, grazie a te, Daniela. E poi… argh! Sono sempre imbranata in queste cose. Vediamo… per chi non ha comprato il libro “Come portarsi a letto una donna in 10 mosse” se vogliono farsi due risate, consiglio vivamente di comprarlo. Per chi l’ha preso e non gli è piaciuto: mi dispiace molto, vorrà dire che prossimamente scriverò una guida su: Come utilizzare un libro inutile. A chi, invece, è piaciuto: ci sarà un seguito, non finisce qui…

Auguriamo a Cristina di realizzare tutti i suoi sogni, se lo merita, come tutte le persone che hanno la passione e si impegnano per realizzare i propri progetti grandi o piccoli che siano!