Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista a Giorgio Montanini ... " Questa è la mia terra "

" ... Con la massima umilta' mi metto a disposizione di chi ha qualcosa da insegnarmi, quindi da tutti ho preso qualcosa. Oltre a Giovanni Fiorani, non posso non citare : Franco Branciaroli con il quale ho fatto " L'Edipo re ", Daniele Falleri, Daniela Morozzi, Bruno Cortini, Francesco Trasatti, tutte persone alle quali devo molto ... il doppiaggio mi piace moltissimo, l'ho studiato all' Accademia ma ho poca esperienza ... Giancarlo Giannini primo in assoluto, puo' doppiare anche un cadavere e gli farebbe vincere l'oscar ... poi Pannofino ... un grande!... " Questa è la mia terra - Vent'anni dopo " ... interpreto l'appuntato dei carabinieri Salvatore Solari, carabiniere di provincia che insieme al suo superiore maresciallo Filippi e sottoposto De Martino (interpretati rispettivamente dai grandissimi Arcangelo Iannace ed Emiliano De Martino) si trova ad affrontare situazioni ben piu' grandi di lui ... l'esperienza che ho fatto quotidianamente a contatto di attori come Farnesi, Poggio, Ciavarro, Ciompi, la Smutniak e' stata molto interessante, il codice di recitazione che t'impone la fiction e' molto particolare e quindi ho imparato molto da chi ne ha interpretate a decine. Menzione speciale poi per Raffaele Mertes, il regista, un mostro di bravura. Tutto il cast comunque era molto socievole e affiatato, un buon rapporto con tutti, nessuno escluso ... "

DANIELA:  Giorgio, raccontaci qualcosa della tua formazione professionale e come nasce in te la passione per la recitazione?

 

 

GIORGIO:   LA PASSIONE POSSO DIRE CHE CE L’HO DALL’ADOLESCENZA, A QUINDICI ANNI GIRAVO GIA’ DEI CORTOMETRAGGI TRA AMICI (HORROR E COMICI) CON UNA TELECAMERINA A MANO. PASSIONE CHE PER MOLTO TEMPO HO ACCANTONATO PER DEDICARMI ALL’UNIVERSITA’. POI, DOPO LA LAUREA MI SONO AVVICINATO AL MONDO DELL’IMPROVVISAZIONE TEATRALE ED E’ STATO AMORE A PRIMA VISTA. UNA VOLTA DECISO D’INTRAPRENDERE QUESTO MESTIERE MI SONO DEDICATO AD UNA FORMAZIONE PIU’ EFFICACE FREQUENTANDO E DIPLOMANDOMI ALLA “LIBERA ACCADEMIA CINEMATOGRAFICA DI RECITAZIONE E DOPPIAGGIO” www.liberaccademiacinematografica.com   DEL MAESTRO GIOVANNI FIORANI PANTALEONI (ACCADEMIA CHE VANTA TRA I SUOI INSEGNANTI DANIELE FALLERI, MARIO CORDOVA  http://guide.dada.net/doppiaggio_e_doppiatori/interventi/2006/05/257003.shtml ).

DA QUEL MOMENTO IN POI HO CONTINUATO SEMPRE A FORMARMI CON ALTRI STAGE, CORSI E SEMINARI.

 

 

 

DANIELA:  Quali sono i maestri dai quali pensi di aver imparato maggiormente e quali sono a tuo avviso le caratteristiche di un buon attore? Ti ispiri a qualche attore in particolare?

 

 

GIORGIO:   CON LA MASSIMA UMILTA’ MI METTO A DISPOSIZIONE DI CHI HA QUALCOSA DA INSEGNARMI, QUINDI DA TUTTI HO PRESO QUALCOSA. OLTRE A GIOVANNI FIORANI, NON POSSO NON CITARE : FRANCO BRANCIAROLI (CON IL QUALE  HO FATTO “L’EDIPO RE”) DANIELE FALLERI, DANIELA MOROZZI, BRUNO CORTINI, FRANCESCO TRASATTI, TUTTE PERSONE ALLE QUALI DEVO MOLTO. PER QUANTO RIGUARDA LE CARATTERISTICHE CHE UN ATTORE DEVE AVERE, MI INFASTIDISCO QUANDO SENTO CHE UN ATTORE DEVE ESSERE “SPONTANEO”. SEMPLIFICA QUELLO CHE C’E’ DIETRO AD UN’INTERPRETAZIONE E CIOE’  LAVORO, METODO, ABNEGAZIONE, CULTURA. UN ATTORE DEVE ESSERE CREDIBILE, NON SPONTANEO. ANZI QUANTO PIU’ UN ATTORE INTERPRETA RUOLI DISTANTI DALLE SUE CORDE, E QUINDI ANCHE DALLA SPONTANEITA’ , TANTO E’ PIU’ BRAVO. PIU’ CHE ISPIRARMI A QUALCUNO DICIAMO CHE HO UNA SORTA DI VENERAZIONE PER GIAN MARIA VOLONTE’  CAPACE, GRAZIE AL LAVORO, D’INTERPRETARE QUALSIASI RUOLO.  METTIAMOLA COSI’ , SE RIUSCISSI A FARE UN MILIONESIMO DI QUELLO CHE HA FATTO LUI, POTREI CONSIDERARMI SODDISFATTO DELLA MIA CARRIERA.

 

 

 

DANIELA:  Sappiamo che dalla prossima puntata della nuova serie di “Questa è la mia terra - Vent’anni dopo ”www.lamiaterra.mediaset.it , fortunata e amata fiction tv di Canale 5 , sarai tra gli interpreti . Cosa ci puoi raccontare sul tuo ruolo, sul tuo personaggio  e come si lavora con il cast artistico di questa serie? Hai qualche aneddoto da raccontarci?

 

GIORGIO:    INTERPRETO L’APPUNTATO DEI CARABINIERI SALVATORE SOLARI, CARABINIERE DI PROVINCIA CHE INSIEME AL SUO SUPERIORE MARESCIALLO FILIPPI E SOTTOPOSTO DE MARTINO (INTERPRETATI RISPETTIVAMENTE DAI GRANDISSIMI ARCANGELO IANNACE ED EMILIANO DE MARTINO) SI TROVA AD AFFRONTARE SITUAZIONI BEN PIU’ GRANDI DI LUI. NELLE SERIE INFATTI SI ALTERNANO SCENE D’AZIONE, OMICIDI, SPIONAGGIO, GUERRA FREDDA OLTRE AI CLASSICI INTRECCI TIPICI DELLA FICTION. UN PERSONAGGIO DI SECONDO PIANO MA CHE ACCOMPAGNA LA STORIA DALL’INIZIO ALLA FINE. L’ESPERIENZA CHE HO FATTO QUOTIDIANAMENTE A CONTATTO DI ATTORI COME FARNESI, POGGIO,CIAVARRO, CIOMPI, LA SMUTNIAK E’ STATA MOLTO INTERESSANTE, IL CODICE DI RECITAZIONE CHE T’IMPONE LA FICTION E’ MOLTO PARTICOLARE E QUINDI HO IMPARATO MOLTO DA CHI NE HA INTERPRETATE A DECINE. MENZIONE SPECIALE POI PER RAFFAELE MERTES, IL REGISTA, UN MOSTRO DI BRAVURA. TUTTO IL CAST COMUNQUE ERA MOLTO SOCIEVOLE E AFFIATATO, UN BUON RAPPORTO CON TUTTI, NESSUNO ESCLUSO.

 

DANIELA:  Quali altre esperienze in campo artistico vorresti ricordare?

 

GIORGIO:   OLTRE AL PICCOLO RUOLO FATTO NEL FILM TV “LIBERI DI GIOCARE” CON PIER FRANCESCO FAVINO, SABRINA IMPACCIATORE, ISABELLA FERRARI NEL QUALE INTERPRETAVO “GIGI” IL FIDANZATO DELLA IMPACCIATORE, VORREI RICORDARE L’ESPERIENZA COME ATTORE NEL “L’EDIPO RE” PER LA REGIA DI FRANCO BRANCIAROLI: TRE MESI DI LAVORO CON UN GIGANTE DEL TEATRO COME BRANCIAROLI SONO STATI A DIR POCO STRAORDINARI, OGNI GIORNO DI PROVA INSIEME A LUI E’ STATO UNA FONTE INESAURIBILE DI APPRENDIMENTO. NON POSSO NON CITARE IL MIO PRIMO AMORE E CIOE’ L’IMPROVVISAZIONE TEATRALE, CON LA QUALE SARO’  IN  TOURNÉE UN PO’ IN TUTTA ITALIA. IL CABARET, ALTRO AMORE CHE MI REGALA INFINITE SODDISFAZIONI E CHE REPUTO UNA VERA E PROPRIA PALESTRA. E POI TANTE ESPERIENZE DI TEATRO COMICO, CORTOMETRAGGI, LA CLASSICA GAVETTA CHE E’ TRA L’ALTRO ANCORA NEL VIVO.

 

 

DANIELA:  Direi una promettente carriera … Ti sei mai cimentato al doppiaggio ? Ti piacerebbe ? Hai degli attori doppiatori preferiti?

 

 

GIORGIO:   IL DOPPIAGGIO MI PIACE MOLTISSIMO, L’HO STUDIATO ALL’ACCADEMIA MA HO POCA ESPERIENZA: HO DOPPIATO UN VIDEOGIOCO, UN DOCUMENTARIO E HO PRESTATO LA VOCE PER QUALCHE SITO INTERNET. GIANCARLO GIANNINI PRIMO IN ASSOLUTO, PUO’ DOPPIARE ANCHE UN CADAVERE E GLI FAREBBE VINCERE L’OSCAR… POI PANNOFINO…UN GRANDE!

 

 

DANIELA:  Dovessi descriverti come persona: tre pregi e tre difetti … quali sono gli aspetti della vita per i quali vale la pena vivere e cosa ti dà fastidio terribilmente?

 

GIORGIO:   NEL LAVORO HO IL PREGIO DI ESSERE SOSTENUTO DA UNA PASSIONE INFINITA PER QUELLO CHE FACCIO, NELLA VITA HO IL PREGIO DI AMARE LA GENTE: ADORO CONOSCERE E STARE INSIEME ALLE PERSONE. I DIFETTI CREDO DI AVERLI UN PO’ TUTTI: EGOCENTRICO, NARCISISTA, TESTARDO, LOGORROICO ECC ECC…PERO’ NON  SONO FALSO. VALE LA PENA VIVERE PER QUALSIASI ASPETTO DELLA VITA, VA PRESO TUTTO IL PACCHETTO. PER ESSERE FELICI INVECE, BISOGNEREBBE AVERE SEMPRE LA FORZA DI ASCOLTARSI, SENTIRE LE PROPRIE ESIGENZE E NON BUTTARSI COME DEI MULI SU UNA SCELTA E PERSEVERARE PERCHE’  NON SIANO  SOLO  CONTENTI PAPA’ E MAMMA, LA FIDANZATA, TRANNE IL DIRETTO INTERESSATO…TU! QUELLO CHE INVECE MI DA’  FASTIDIO E’ L’ABUSO DI POTERE, LE INGIUSTIZIE, I DUE PESI E DUE MISURE, IL “CHI TROPPO E CHI NIENTE”…IN QUESTO MONDO CHE VA AL CONTRARIO DI COME DOVREBBE ANDARE LE COSE CHE NON SOPPORTO SONO DAVVERO UN BEL PO’!

 

 

DANIELA:  Ti ringraziamo   molto per la tua gentilezza, ti auguriamo un grosso in bocca al lupo per la tua carriera anche se sappiamo che tra gli attori si usa un’altra espressione …  e infine ti chiediamo se puoi svelarci qualche imminente o nuovo progetto artistico che ti riguardi ?

 

GIORGIO:   SONO IO CHE RINGRAZIO VOI. CI TENGO A DIRE CHE AD APRILE (DAL 14 AL 30)  DEBUTTERO’ A ROMA (E A FIRENZE DAL 2 AL 7 MAGGIO) CON “COMEDY” UNA COMMEDIA IN DUE ATTI COMPLETAMENTE IMPROVVISATA PER LA REGIA DI DANIELA MOROZZI (DISTRETTO DI POLIZIA) ( Daniela l’abbiamo intervistata in occasione di Voci nell’ombra 2006 a Finale Ligure, è stata una delle presentatrici della manifestazione, videointervista all’interno del documentario andato in onda su Sky  su Roma Uno “Speciale Voci nell’ombra 2006 ” Regia, Autrice, Produzione e Interviste D. Sgambelluri ). IMMINENTE INVECE (29 GENNAIO L’ANTEPRIMA) L ‘USCITA DI UN FILM TRASH-DEMENZIALE AD EPISODI (SARO’ PROTAGONISTA DI UN EPISODIO) “OKKUPATO-STORIE IN UN BAGNO PUBBLICO” CON AURORA KELLERMAN REGIA DI MAURIZIO FAILLA E MUSICHE DI GIANNI DRUDI.

 

 

Ringraziamo di cuore il caro amico Giovanni Fiorani per aver reso possibile questa intervista