Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista a Nicola F. Marcaccini ... ho comprato una DeLorean

" ... Nel 2005 ho organizzato il primo raduno italiano tra gli appassionati di "Ritorno al futuro". Ho invitato Teo Bellia (doppiatore di Michael J. Fox) come ospite e sono stato a Roma per intervistare tutti gli altri doppiatori della trilogia. Ho sempre apprezzato il doppiaggio visto che quelle voci mi hanno accompagnato fin da piccolo con i cartoni animati giapponesi che sarebbero stati difficilmente apprezzabili ascoltandoli in lingua originale con i sottotitoli. Fortunatamente (ancora mi chiedo il perché) questi artisti non sono mai stati invitati spesso in televisione, non sono al centro dell'attenzione mediatica e per questo sono molto modesti e disponibili. Spesso ancora oggi si sorprendono nel vedere alle manifestazioni persone che desideravano da anni incontrarli di persona ... Ho sempre pensato che i doppiatori italiani meritassero un sito ben strutturato tipo l'Internet Movie Database. Stavo già lavorando al progetto in casa e dovevo decidere il dominio da registrare. Sapevo che per molti del settore, la parola “doppiatore” è un po' riduttiva e preferivo qualcosa di più elegante. Avevo in mente due o tre nomi che proposi a Sandro Acerbo per sentire la sua opinione. A lui piaceva Calliopea e anche io mi ero fissato su quel nome. In greco vuol dire “bella voce”. Così veniva chiamata la musa della poesia epica. A quel punto registrai calliopea.it ... "

DANIELA: Nicola , parlaci di te, cosa fai nella vita?

NICOLA: Dal 2001 al 2005 ho gestito un pub. Nel 2003 ho realizzato un sogno che accarezzavo da quando avevo 10 anni: quello di comprare una DeLorean vista la passione per “Ritorno al futuro”. Sono stato uno dei primi in Italia quando già nel resto d’Europa era pieno di fan club sulla macchina.

www.ritornoalfuturo.it

www.supercarkitt.it

I primi 5 anni del 2000 sono stati veramente particolari e hanno creato una rivoluzione nella mia vita. Sarebbe un po’ lunga da spiegare ma avevo problemi che invece di abbattermi mi spinsero a fare quello che per anni avevo rimandato. Al momento ho ripreso gli studi universitari per laurearmi in informatica. Mi resta solo un esame alla veneranda età di 32 anni.

DANIELA: Ti capisco anche io mi sto per laureare oltre i 30 anni ma … credimi ne è valsa la pena … perchè è una laurea ancora più voluta ancora più sudata specialmente se si lavora…ma ritornando a te come ti è nata la passione per il doppiaggio? Una passione da esterno , da ammiratore oppure vorresti anche tu cimentarti davanti al leggio?

NICOLA: Nel 2005, con il comune di Cattolica (RN), ho organizzato il primo raduno italiano tra gli appassionati di “Ritorno al futuro”. Ho invitato Teo Bellia (doppiatore di Michael J. Fox) come ospite e sono stato a Roma per intervistare tutti gli altri doppiatori della trilogia.
Ho sempre apprezzato il doppiaggio visto che quelle voci mi hanno accompagnato fin da piccolo con i cartoni animati giapponesi che sarebbero stati difficilmente apprezzabili ascoltandoli in lingua originale con i sottotitoli. Fortunatamente (ancora mi chiedo il perché) questi artisti non sono mai stati invitati spesso in televisione, non sono al centro dell’attenzione mediatica e per questo sono molto modesti e disponibili. Spesso ancora oggi si sorprendono nel vedere alle manifestazioni persone che desideravano da anni incontrarli di persona. Non ho mai pensato di diventare doppiatore anche perché, come tanti, mi spavento sempre a sentire la mia voce registrata.

DANIELA: Nella foto sei ritratto con il grande Teo Bellia, come l’hai conosciuto, cosa ci puoi raccontare di quella giornata?

NICOLA: La foto è stata scattata nel 2005 durante la prima manifestazione. Ho contattato Teo Bellia dopo aver ricevuto la sua email da “Radio Dimensione Suono”. Quando sentii la sua voce al telefono per la prima volta l’emozione fu veramente tanta. Lo intervistai sul palco a Cattolica il 25 giugno 2005. Lo ringraziai molto per la partecipazione e gli dissi che non era obbligato a fermarsi per tutta la giornata. Alla fine partecipò anche la sera durante l’esposizione in piazza delle DeLorean. Il che mi riempì di gioia. Da quella volta ha partecipato sempre alle altre manifestazioni, mi ha concesso la sua prefazione nel libro che ho pubblicato (Destino Mio Caro) e ho aperto il sito calliopea.it il giorno del suo compleanno: il 17 gennaio 2008. Dopo la prima telefonata ormai ci sentiamo così spesso che magari cambierà numero tra un po’ . Però è una persona così gentile che probabilmente riesce a sopportare anche un rompiscatole come me.

DANIELA: Come hai accennato sulla rete sei presente con il sito www.calliopea.it

Come è nata l’idea? In cosa pensi si diversifichi da altri siti che si occupano di doppiaggio? Quali novità future attendono gli utenti del tuo sito?

NICOLA: Dopo aver conosciuto i doppiatori di persona, la passione verso quest’arte è crescita sempre di più. Ho sempre pensato che i doppiatori italiani meritassero un sito ben strutturato tipo l’Internet Movie Database. Stavo già lavorando al progetto in casa e dovevo decidere il dominio da registrare. Sapevo che per molti del settore, la parola “doppiatore” è un po’ riduttiva e preferivo qualcosa di più elegante. Avevo in mente due o tre nomi che proposi a Sandro Acerbo per sentire la sua opinione. A lui piaceva Calliopea e anche io mi ero fissato su quel nome. In greco vuol dire “bella voce”. Così veniva chiamata la musa della poesia epica. A quel punto registrai www.calliopea.it

Grazie ad un database è possibile permettere una navigazione più semplice potendo avere il link della scheda di ogni doppiatore visualizzando la lista di chi ha partecipato ad uno spettacolo e viceversa controllando gli spettacoli a cui ha lavorato un doppiatore. Inoltre è possibile vedere in quanti hanno dato la voce ad un attore straniero cliccando sul suo nome. Nella scheda di un doppiatore si può anche inserire il nome di un secondo doppiatore per ottenere la lista degli spettacoli nei quali sentiamo entrambe le voci. E questo è solo l’inizio. Spero di riuscire a sviluppare un sistema per permettere agli utenti di inserire da soli gli aggiornamenti al sito come avviene su wikipedia, mentre ora ricevo semplici mail con i dati da inserire. Le idee sono tante e se il tempo me lo permette spero di concretizzarle il prima possibile. Mi dispiacerebbe se qualcuno pensasse che voglio fare concorrenza agli altri siti. Inizialmente proposi semplicemente la mia collaborazione nello sviluppare un sito PHP con MySql ma mi risposero che sarebbe stata troppo lungo e complesso. Il che sicuramente è vero ma come dicono in “Ritorno al futuro”: se ti ci metti con impegno raggiungi qualsiasi risultato. Alla fine il progetto è piaciuto sia agli utenti che ai doppiatori stessi quindi penso di aver creato qualcosa di nuovo. Naturalmente non punto a diventare l’unico protagonista su internet in questo campo. Mi piacerebbe collaborare con chi condivide le mie stesse passioni e sono aperto a qualsiasi proposta. Se anche non dovesse succedere non penso che il mio sito sia di troppo. Anzi penso che siano ancora troppo poche le risorse su internet riguardo a questo tema erroneamente considerato di nicchia.

DANIELA: Ti ringraziamo e congedandoti ti chiediamo ma Nicola, ha una doppiatrice e un doppiatore preferito?

NICOLA: Dopo quello che ho raccontato prima penso siano scontati i nomi di Teo Bellia e Sandro Acerbo che già apprezzavo per la loro voce mentre ora li stimo anche come persone.


Tra le doppiatrici spero di poter conoscere a breve Laura Boccanera che non dimenticherò mai per la sua voce in “Candy Candy”.

Nelle due foto il simpatico Nicola, nella prima Nicola con il grande Teo Bellia, immagine che si può ingrandire cliccandoci sopra