Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista a Massimo Vincenzi ... attore aspirante doppiatore

" ... Sono nato a Roma, laureato in Sociologia e faccio l'attore. Fin dall'adolescenza ho sentito il sacro fuoco dentro di me che mi spingeva a cimentarmi nelle varie forme espressive ... Fui scelto dal fotografo Marco Girolami per un'importante pubblicità e da lì in poi, sono ripartito per questa irrinunciabile avventura. Oggi, come tutti quelli che fanno questo mestiere, passo le mie giornate dividendomi fra provini vari e cercando di aggiornarmi, migliorarmi ... attraverso un provino alla Award Network; sono stato fortunato perchè, grazie ad Andrea Ward, pochi mesi dopo, ho doppiato il film Confession of Pain di Wai-keung Lau Siu Fai Mak, nel ruolo del detective Lau Ching Hei - direttore doppiaggio Andrea Ward. Io non ho frequentato scuole di doppiaggio ma credo che una buona scuola con degli ottimi maestri sia comunque una base utile dalla quale partire ... Studiare e preparare la propria voce all'incontro di chi forse un giorno, si emozionerà ascoltandovi ... "

DANIELA: Massimo, parlaci di te, cosa fai nella vita di tutti i giorni e qual è stata la tua formazione artistica e scolastica? Segnaliamo anche la tua scheda www.rbcasting.com/site/massimovincenzi.rb

 

MASSIMO: Sono nato a Roma, laureato in Sociologia e faccio l’attore. Fin dall’adolescenza ho sentito il sacro fuoco dentro di me che mi spingeva a cimentarmi nelle varie forme espressive. Ho suonato per anni, ero il frontman dei Fotoscura, una band con la quale ho inciso un album e passato un bellissimo periodo artistico della mia vita. Nonostante avessi frequentato una scuola di cinema con il regista Gianni Minello e avuto qualche piccola esperienza teatrale, in quegli anni avevo solo accantonato l’idea di fare l’attore, cosa che poi si è ripresentata tempo dopo. Fui scelto dal fotografo Marco Girolami per un’importante pubblicità e da lì in poi, sono ripartito per questa irrinunciabile avventura. Oggi, come tutti quelli che fanno questo mestiere, passo le mie giornate dividendomi fra provini vari e cercando di aggiornarmi, migliorarmi, alla continua ricerca della Terra Promessa, dell’Arca Perduta. Ultimamente ho fatto un provino su parte per la fiction Incantesimo e sto cercando di farmi conoscere nel mondo del doppiaggio.
 

DANIELA: Come ti è nata la passione per il doppiaggio,  hai frequentato scuole, sale di doppiaggio …?

 

 

MASSIMO: Amando il cinema, da sempre sono affascinato dal doppiaggio e dall’uso della voce degli attori-doppiatori italiani, che come si sa, sono i migliori al mondo. In passato ho prestato la mia voce in corti cinematografici come voice over e in radio. Nonostante tutti mi spronassero a provare con il doppiaggio, proprio per la difficoltà ad entrare in questo settore del cinema e per una mia idea, non ho mai provato. Solo ultimamente mi si è presentata quest’opportunità, che ho fortemente cercato, attraverso un provino alla Award Network; sono stato fortunato perchè, grazie ad Andrea Ward, pochi mesi dopo, ho doppiato il film Confession of Pain di Wai-keung Lau Siu Fai Mak, nel ruolo del detective Lau Ching Hei - direttore doppiaggio Andrea Ward. Io non ho frequentato scuole di doppiaggio ma credo che una buona scuola con degli ottimi maestri sia comunque una base utile dalla quale partire.

 

 

DANIELA: Siamo pienamente d’accordo con te … Tra gli attori doppiatori quali stimi  particolarmente? Ti è capitato di partecipare a Festival del doppiaggio? 

 

 

MASSIMO: Fare nomi di doppiatori italiani bravi è sempre difficile, sono tantissimi. Come non ricordare l’indimenticabile Ferruccio Amendola come Robert De Niro, Sylvester  Stallone, Dustin Hoffman, Al Pacino. I grandi Roberto Chevalier e Claudio Sorrentino e per quanto riguarda le voci femminili direi la bravissima Maria Pia Di Meo e la talentuosa Barbara Castracane. Amo particolarmente la voce di Luca Ward per sua profondità, la sua tonalità caratterizzante. La mia ricerca va appunto in questa direzione. Conosco e stimo i doppiatori Andrea Ward e Monica per averci lavorato assieme. Finora non mi è capitato di frequentare festival dedicati al doppiaggio, esperienza che credo farò al più presto.

 

DANIELA: Ti ringraziamo per la tua disponibilità , infine un messaggio dedicato a tutti gli aspiranti doppiatori come te ? 

 

 

MASSIMO: Il sincero augurio è per tutti coloro i quali sentono il bisogno di dare vita alla propria voce, far uscire la propria anima. Niente e nessuno vorrà e saprà ascoltare la nostra voce se noi stessi, per primi, non sappiamo ascoltarla. Non sapremo ascoltarla. Anche se è difficile, a tratti impossibile, mai spegnere il proprio sogno. Studiare e preparare la propria voce all’incontro di chi forse un giorno, si emozionerà ascoltandovi. Allora il sogno non sarà più un sogno. Un particolare ringraziamento a te, Daniela, per la cortesia e l’entusiasmo con cui porti avanti questo sito.

 

DANIELA:  Un grosso in bocca a lupo a Te Massimo , ti auguriamo di realizzare il tuo sogno!

 

Vi alleghiamo all’intervista  un file audio con la voce di Massimo Vincenzi , un provino del film  ”4 matrimoni e un funerale “ 

http://vocinaction.altervista.org/massimo_vincenzi_4matrimoni_e_un_funerale.wav ( per un momentaneo problema tecnico del sito, nel caso il link non funzionasse, copiarlo e incollarlo nella barra degli indirizzi di Explorer e poi schiacciare il tasto della tastiera Enter - Invio )