Questo sito contribuisce alla audience di

Gabriella Scalise: Musica & Doppiaggio

Un piacevole incontro romano con Gabriella Scalise, una tra le più amate insegnanti della scuola di “Amici” di Maria De Filippi . Una lunga chiacchierata, una ragazza semplice, con un bellissimo sorriso, una grande umiltà ma anche grande professionalità, una carriera lunghissima alle spalle, un amore sconfinato per il palco, per la musica e per i giovani talenti e tanta voglia di sperimentarsi in nuovi progetti

E’ molto piacevole parlare con Gabriella Scalise, una tra le più amate insegnanti di canto del Talent Show Amici, tra i programmi tv più seguiti ed amati attualmente in Italia. Le chiedo subito di parlarmi del ruolo dell’insegnante, professione a me cara ma di infinita importanza e spesso sottovalutata. Per Gabriella, insegnante certificata CCI del metodo “Estill VoiceCraft” di Jo Estill, il ruolo dell’insegnante è estremamente delicato e tra gli obiettivi principali c’è quello di accompagnare l’allievo alla consapevolezza dei propri mezzi. La sola tecnica, per un aspirante cantante, non è sufficiente. E’ necessaria una continua e costante ricerca di un linguaggio personale ed unico. Lo scopo è quello di cercare di individuare le caratteristiche vocali che gli allievi hanno già dentro e che magari per inesperienza stentano ad uscire fuori e a manifestarsi pienamente. Un rischio è l’omologazione delle voci, prosegue Gabriella, gli stereotipi ingabbiano i giovani interpreti e un insegnante deve saper interpretare la natura dell’individuo cercando di tirar fuori la sua personalità. Io professo con convinzione la cultura della diversità nell’arte in genere. Il lavoro con l’aspirante cantante è in continua evoluzione. Gabriella mi cita una frase di Socrate nella quale crede molto, e che citò anche l’anno scorso ossia “Partorire se stessi” , mi spiega, quando ci esibiamo siamo come “messi a nudo”, ma nel nostro profondo, ci lasciamo trasportare dal linguaggio della musica . Mostrarsi pienamente nella propria essenza è la chiave di tutto . Gabriella mi racconta, che un nemico del performer è l’ansia e questo lo riscontra spesso nei ragazzi che si cimentano in prove di ogni tipo. All’interno della scuola di Amici , questo è un problema che viene risolto velocemente. Loro vivono in sei mesi quello che un ragazzo che studia canto in una scuola tradizionale, vivrebbe in diversi anni. Tutti i giorni sono sottoposti al giudizio degli insegnanti, del pubblico da casa e presente in studio, e poi ci sono le frequentissime esibizioni con cadenza settimanale, le interrogazioni, il rapporto tra i ragazzi stessi. “Amici”, è una bella palestra e ti offre una concreta possibilità.
Tra le varie curiosità le chiedo un suo parere in tema di dizione e di canto. Quando ci si iscrive ad una scuola di canto spesso e volentieri va curata anche la dizione ma nella realtà, pensando anche ad alcuni grandi interpreti della canzone italiana, spesso non è particolarmente curata, chiedo così un pensiero in proposito. Secondo Gabriella la dizione è certamente importante nel canto ma sempre in relazione con quello che stiamo facendo. Ho la grande fortuna di dedicarmi al doppiaggio cantato dei film animati della Walt Disney dove la cura della dizione è fondamentale in quanto dedicati ad un pubblico di giovani che attraverso i film imparano un linguaggio corretto. Ma se invece pensiamo al mondo dei cantautori allora le cose cambiano , basti pensare a Bersani con il suo accento bolognese o Pino Daniele con un evidente accento napoletano. A volte l’inflessione dialettale è necessaria per rafforzare un pensiero espresso. Ma il pubblico non si pone il problema della dizione, al pubblico arriva altro. E’ mosso da una forza emotiva. Gabriella mi confessa essere molto legata alla tecnica vocale ma è altrettanto convinta che debba esserci un buon equilibrio con l’espressione artistica, i due aspetti vanno bilanciati .
Cantante, vocalist, collabora da tempo con Maestri quali Pippo Caruso, Gianni Ferrio, Peppe Vessicchio, Celso Valli, Fio Zanotti , Adriano Pennino, Geoff Westley… Gabriella Scalise ha prestato la sua voce come doppiatrice/cantante a molti importanti film animati della Walt Disney cito Tarzan & Jane con Phil Collins, Chicken Little con Linda (versione originale interpretata da Patty Label & Joss Stone), Bambi 2, La carica dei 101, La voce del cigno, Il libro della giungla 2, Shrek, Red and Toby nemici amici, Bolt, High School MusicalFantasma dell’opera
Molte esperienze televisive oltre ad Amici: Sanremo 2007/2008, Sabato Italiano, Millenium, La canzone del secolo, Numero Uno, ha prestato la voce ad innumerevoli jingles e sigle televisive ed ha al suo attivo importanti collaborazioni con Alex Britti, Mario Biondi, Giorgia, Elio e le storie tese, Alex Baroni, Edoardo Bennato, Amedeo Minghi .. attrice e ballerina con Riccardo Garrone e Miranda Martino nella commedia musicale Tegole e fregole. L’uomo che inventò la televisione con Pippo Baudo e Lello Arena in tour teatrale. La mole di lavoro che ha visto Gabriella protagonista è talmente ricca che lei stessa, con simpatia e in allegria, mi svela che spesso non riesce a ricordare tutte le performance della sua carriera e a tal proposito mi racconta un episodio molto divertente legato alle sue giovanissime ammiratrici le quali spesso le ricordano esperienze di lavoro che a Gabriella stessa a volte sfuggono. Esiste un fan club denominato “Le scalisine convinte”, e durante uno stage a Latina Gabriella viene raggiunta da dolcissime e simpaticissime giovani ragazze, che la omaggiano di un dono particolare: una sorta di murales, delle dimensioni di circa 2 m x 1,50 m con sopra incollate moltissime immagini di Gabriella tratte da momenti di “Amici”, con scritte frasi significative pronunciate durante le trasmissioni … Gabriella conserva un ricordo molto tenero di queste ragazzine che la considerano come “una stellina”, “una mammina” … ragazze molto affettuose che la stimano molto e che in questo modo manifestano la loro ammirazione ma Gabriella, mi confessa, spesso si chiede se merita tutta questa ammirazione e attenzione per lei, di certo è un aspetto che la intenerisce, un aspetto quasi inusitato ma che le fa indubbiamente molto piacere. (Su Facebook diversi fan club a lei dedicati)
A questo punto le chiedo di parlarmi del suo esordio al doppiaggio e lei mi racconta che si è avvicinata per caso. Al doppiaggio ha iniziato con un semplice turno, scelta dal maestro Ernesto Brancucci responsabile del doppiaggio italiano cantato della Disney e se per il doppiaggio in genere la meritocrazia è essenziale a maggior ragione per il doppiaggio cantato: la professionalità e il talento, sono qualità necessarie, tutte qualità presenti in Gabriella Scalise che non è solamente l’insegnate di “Amici” ma è una artista molto apprezzata ed emozionante vocalmente. Gabriella mi sottolinea che nel doppiaggio la vocalità deve essere versatile, deve essere pronta ad esprimersi in ogni situazione, passare da una voce più chiara a una più scura o da una voce giovane ad una più matura oppure prestare la voce ad un simpatico animaletto … per fare doppiaggio ci vuole molta esperienza . Per lei è stata una grande soddisfazione essere scelta come voce cantata in animazioni Disney, di così grande livello accanto a nomi importanti come quello di Phil Collins e quindi dal punto di vista artistico Gabriella si sente molto appagata, ma ama molto anche l’ insegnamento … non si sente una di quelle persone che è andata ad insegnare per una frustrazione nell’anima, un pensiero tipico italiano, che entrambe non condividiamo. L’insegnamento è una passione, o c’è o non c’è, per alcuni esisterà la frustrazione ma per molti decisamente non è così, chi ama seriamente l’insegnamento potrà capire questo nostro punto di vista. Conversando piacevolmente con lei scopro anche una formazione in danza classica, un aspetto che trovo importantissimo, quindi non solo competente in campo musicale ma anche nella danza, visto che è stata una sua grande passione … e questo è importante per sapere selezionare obiettivamente ma anche con competenza i ragazzi di “Amici” . Questa formazione le ha permesso di avere un buon rapporto con il suo corpo e la capacità di gestione dello spazio. L’artista deve essere consapevole della sua fisicità e gestirla in modo naturale, tutto deve essere in sintonia con il proprio essere. Mi accenna alla sua amicizia con Marco Guadagno, stimato attore doppiatore con un amore anche per la musica e per il canto, e di alcune esibizioni a teatro, a Roma, letture dello scrittore Stefano Benni, lette ed interpretate con altri grandi del doppiaggio come Mario Cordova .
Un nuovo progetto in mente, un altro tassello mancante alle sue mille esperienze artistiche. Sta lavorando ad un progetto che vede come punto focale il rapporto tra la musica e i giovani ma di questo Gabriella, se vorrà, ce ne parlerà in futuro mentre con molto entusiasmo e felicità mi accenna al nuovo lavoro musicale del giovane cantautore Luca Napolitano, uno dei protagonisti di “Amici” della scorsa edizione, un ragazzo ricco di talento e che Gabriella ha seguito nella produzione vocale con grande piacere e per desiderio dello stesso Luca. Gabriella ha avuto l’onore, come lei stessa sottolinea, di esibirsi come ospite, durante un concerto dello straordinario Mario Biondi, un concerto tenuto a Bari per ricordare il grande Carlo Alberto Rossi (Autore di E se domani .. ) per Gabriella, Mario, è un esempio di generosità e grandezza musicale.
La musica è un grande contenitore di emozioni , dove ci si regala senza nessun tipo di egoismo. Si continua a parlare, una lunga e piacevolissima conversazione. Le chiedo come affronta il problema delle incomprensioni, del non capirsi, specialmente in un progetto artistico, spesso esistono situazioni di questo tipo, come riuscire a rispettare tutti nel rispetto delle proprie idee ? I toni accesi non appartengono a Gabriella, in AMICI, lei è sempre molto cordiale e non usa mai toni accesi, semplicemente perchè non è nel suo carattere, nel suo modo di essere, nella sua natura. E’ giusto far capire le proprie posizioni e le proprie convinzioni ma sempre con intelligenza , e soprattutto dobbiamo capire che non possiamo piacere a tutti . Gabriella ama il palco nel vero senso della parola ama esibirsi e cerca sempre il contatto con il pubblico. Esprimersi dal vivo è molto rischioso ma importante per chi ama questa espressione artistica. Gabriella Scalise ammette che se non fosse così innamorata della musica un grande amore potrebbe essere veramente il doppiaggio, settore che stima e rispetta profondamente per le alte professionalità e competenze.

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • federica595

    08 Nov 2009 - 12:55 - #1
    0 punti
    Up Down

    Siiiiiiiiii..noi le scalisine convinte..

    questo è il suo funclub..vi aspettiamo in tanti!!

    http://gabriellascalise.forumcommunity.net

  • Aura

    09 Nov 2009 - 18:00 - #2
    0 punti
    Up Down

    Gabryyyyyy *-* sììì siamo noi le scalisine convintee!!