Questo sito contribuisce alla audience di

Biagi parlò di Ambra doppiatrice

Tra i vari libri che si possono leggere, col tipico acceso entusiasmo degli amanti della lettura come me, tra le mie mani un libro di Enzo Biagi il quale definì Ambra, già dai tempi di Non è la Rai, una doppiatrice

Mi riferisco al “Dizionario del ‘900 ” datato 2001 edito dalla Casa Editrice Rizzoli, scritto da Enzo Biagi. Grazie a Rai Eri.

Alla lettera “A”, fra le varie personalità compare Ambra Angiolini e Biagi ricorda: (…) ” Avevamo il secondo partito comunista, dopo quello russo, ma non c’è più. Però abbiamo Ambra, un fenomeno che non ha eguali sulla terra. Mentre Clinton vede un aereo che sta tentando di atterrare nella sua stanza da letto, mentre si discute delle pensioni, dei Leoni del cinema e delle truffe infinite sulla sanità … da noi c’è polemica su questa adolescente che, con altre creaturine anche più giovani, incanta le platee dei coetanei intonando un coro che dice: “merda, merda, merda”. Forse la piccina pensa di collaborare alla proposta di un nuovo inno nazionale … ha sedici anni la bimba che sgambetta nel programma “Non è la Rai” e parla proprio come se fosse viva . Dietro ai suoi discorsi c’è , come è ovvio, un suggeritore … lei è più che altro una doppiatrice - doppiatrice di Boncompagni….

Secondo Wikipedia Ambra ha debuttato in televisione nell’estate 1992 con il programma Bulli & pupe, per la regia di Gianni Boncompagni, condotto da Paolo Bonolis e Antonella Elia, nel quale interpretava la canzone “Poster” di Claudio Baglioni, Ambra doppiata da una corista del programma

Nel frattempo Ambra è cresciuta, è diventata mamma, sta migliorando artisticamente parlando ed è stata anche doppiatrice… ha doppiato o meglio è stata la voce narrante ne La volpe e la bambina

Biagi, alla lettera B, inserisce anche Silvio Berlusconi e tra i pensieri dice di lui: ” Fuori scena è simpatico… ma adesso c’è una squadra che studia il suo look e tre portavoce che lo doppiano …lo spettacolo ce l’ha nel sangue”.