Questo sito contribuisce alla audience di

I vincitori di Voci e Gran Premio del doppiaggio

Il 30 Ottobre e il 2 novembre 2010 si sono tenute due importanti manifestazioni dedicate al mondo del doppiaggio, scopriamo insieme i vincitori

Ho presenziato, a Genova, nella giornata del 29 Ottobre scorso, ad un interessante incontro al Convitto Colombo presso la Facoltà di lingue e letterature straniere di Genova, con la presenza di Francesco Vairano, tra i più noti e stimati dialoghisti e direttori del doppiaggio italiano. Durante l’incontro si è diffusamente parlato della traduzione e dell’adattamento dialoghi del film Giù al Nord. A tal proposito vi rimando ad un successivo articolo in merito dove vi racconterò la giornata, il pensiero di Vairano sul film e sulla sua vita artistica e non solo. Venendo alle premiazioni, cominciamo con quella di Genova, per il Festival Voci: Cristina Boraschi ha vinto il premio speciale XIV Targa Gualtiero De Angelis, miglior doppiaggio generale a Francesco Vairano per A Serious Man, miglior voce maschile è risultata essere secondo la giuria del Festival quella di Massimo Lopez per Colin Firth in A Single Man, mentre la miglior voce femminile è quella di Ada Maria Serra Zanetti per Helen Mirren in The Last Station. Tra i non protagonisti Stefano Benassi su Christoph Waltz in Bastardi senza gloria. Miglior direttore del doppiaggio per Lost, Massimo Rossi. Sempre per la tv, vince Loris Loddi per Dexter e Claudia Catani per United States of Tara. Tra i non protagonisti in NCIS: Los Angeles, vince Paola Giannetti.

Il 2 novembre 2010 invece si è tenuta all’Auditorium della Conciliazione in Roma la premiazione secondo l’INCE 2002. Anche per questa prestigiosa manifestazione elenchiamo i vincitori: Il miglior film è risultato essere Shutter island mentre Sergio Di Stefano, per Crazy Heart miglior doppiatore. Ada Maria Serra Zannetti, come per il Festival Voci, miglior attrice protagonista per The last station. Dario Penne per Shutter island. Tra i non protagonisti Claudia Razzi in Alice in Wonderland. Filippo Ottoni è il miglior adattatore mentre il miglior direttore del doppiaggio è Rodolfo Bianchi per Il Profeta, miglior fonico Claudio Toselli . Maura Vespini miglior direttore per Basta che funzioni. Riconoscimenti per Sergio Fiorentini e Mario Maldesi. Premiati anche numerosi giovani talenti come: Luca Baldini, Federico Bebi, Leonardo Caneva, Gabriele e Greta Castagna, Lorenzo D’Agata, Paolo Dal Fabbro, Jacopo Gasparetti, Sara Labidi, Francesco Mangiavacchi, Aurora Manni, Agnese Marteddu, Tito Marteddu, Mattia Nissolino, Riccardo Suarez, Giulia Tesei, Arturo Valli, Ruggero Valli. Tra i fonici emerge anche Stefano Nissolino e tra gli assistenti al doppiaggio Emanuela Fantini. Infine il pubblico ha decretato Stefano Benassi miglior doppiatore.

Si riscontrano oggettivamente molte analogie tra i vincitori dei due Festival e questo, a mio avviso, non fa altro che avvalorare l’ipotesi che effettivamente i doppiatori vincitori siano stati, almeno per il 2010, i migliori.