Questo sito contribuisce alla audience di

Si può donare la voce

Sono orgogliosa di poter dire di essere socia della Associazione A.DO.V ... scoprite di che cosa si tratta

Già da tempo ero alla ricerca di una forma di volontariato che mi facesse sentire veramente utile e che fosse compatibile con le mie mille attività. Un giorno alla De Amicis , bellissima Biblioteca di Genova del Porto Antico, mi imbatto in un volantino che mi invita a donare la voce. Beh, occupandomi di voci e di doppiaggio qui su superEva il messaggio non poteva non colpirmi. Dopo le opportune ricerche e informazioni finalmente l’ incontro con l’Ing. Rocco Rocca, Presidente dell’Associazione per la sede di Genova, la sede principale di questa Associazione è a Pavia. Grazie anche all’aiuto di Marilena, ex insegnante, che mi segue e mi invia i brani scelti da leggere sono oggi ufficialmente socia di questa utilissima Associazione e mi sento perfettamente in linea con le aspirazioni iniziali: quando dono la voce mi sento veramente utile. Non vi nascondo che i primi tentativi di registrazione siano stati particolari, ero molto emozionata. Per chi non è abituato ad usare un microfono, nonostante da adolescente avessi avuto esperienze di speakeraggio presso radio, risentire la propria voce… fa strano, diciamocelo… ma poi, piano piano, si diventa sempre meno timidi e si acquista sempre più dinamicità. Spero di migliorarmi sempre più, ringrazio l’Associazione per avermi accolta.

Voi adesso vi chiederete ma per chi devo donare la voce. Bene, ve lo svelo (perdonate l’impiccio di parole):

L’ A.DO.V. è nata nel 1998 ed è intitolata a Vincenzo Orfino e Giuseppe Rossi. E’ nata per merito di volontari desiderosi di leggere per tutti coloro che hanno difficoltà nella lettura come i dislessici, i non vedenti, gli ipovedenti. Perchè queste persone dovrebbero perdersi la bellezza dei contenuti di un libro?

Citando una frase cardine del sito ufficiale: Chi dà con gioia è forse più felice di chi riceve, e chi dona la propria voce lo sa bene. Donare la propria voce è come prestare i propri occhi.

Immagino che molti di voi saranno curiosi di sapere come avvengono le registrazioni di libri classici, contemporanei… ma anche, su richiesta delle scuole, brani tratti da testi scolastici, beh vi dico che non occorrono sale di registrazione ma potete donare la vostra voce da casa, grazie al vostro computer e ad un semplice microfono o cuffia microfonata. Inoltre si può aiutare l’A.DO.V anche donando il vostro 5×1000 ma per ulteriori info, anche sul come donare la vostra voce, vi invito a visitare il sito: www.adov.it

Per concludere, sapete quanto ami la regia e a tal proposito, con l’aiuto anche di un caro attore e stimato doppiatore che ha trovato l’Associazione degna di considerazione, ci auguriamo di poter realizzare presto uno spot tv/radio per questa importante e necessaria forma di volontariato.

Argomenti