Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

prossimi 10 »
  • Intervista esclusiva a Barbara Berengo Gardin

    " ... Sono particolarmente legata al doppiaggio di “Streghe”. Da lì in poi ho continuato a prestare la mia voce a Shannen Doherty ... "

  • Intervista esclusiva a Daniela Nardini

    " ... Dopo la morte di mia mamma, Maria Fiore, i soci hanno pensato che fosse giusto cercare di mantenere una certa continuità nella conduzione e quindi su suggerimento di Sandro Cosenza, Direttore Generale della Cast Doppiaggio, sono stata nominata Presidente. Come può immaginare per me non è stato facile per una serie di motivi: dovevo dimostrare il mio valore, sicuramente sapevo che il paragone con una grande donna come mia madre era sempre dietro la porta a tormentarmi, conquistare la fiducia dei soci, dimostrare al mondo esterno che non ero lì perché figlia dell'ex Presidente, ma perché qualcuno credeva in me e nelle mie capacità, trovare la forza di assumersi delle responsabilità non indifferenti e poi banche, avvocati, consulenti finanziari con cui parlare. Insomma un percorso davvero arduo. Soprattutto per una come me che ritiene che il potere sia un onere e non un onore ... Ritengo che il Direttore di un film debba sentirsi investito di una grande responsabilità, quella di centrare il significato del film e la psicologia dei singoli personaggi con tutte le difficoltà che le lingue diverse tra loro comportano. Questo è lo spirito con cui la Cast Doppiaggio affronta i suoi lavori da vent'anni ... "

  • "The Kill Point" , nuova serie con dialoghi di Daniela Altomonte

    Daniela Altomonte, stimata dialoghista, ci racconta a quali dialoghi sta lavorando attualmente

  • Intervista esclusiva alla dialoghista Antonella Damigelli

    Con grande piacere abbiamo intervistato una tra le più stimate dialoghiste italiane , Antonella Damigelli … Antonella ha lavorato con tutti i più grandi direttori del doppiaggio citiano tra i tanti Renato Izzo, con cui è stata Assistente nel film premio oscar “Lezioni di Piano” e l'ultimo di Louis Malle "Vanja sulla 42esima" … ma colei che considera sua grande maestra è Rossella Izzo, che Antonella definisce grandissima attrice: voce di Meryl Streep, Julianne Moore, Susan Sarandon, Carole Bouquet, Andie McDowell e tantissime altre oltre ad essere direttrice e organizzatrice straordinaria e naturalmente regista di note fiction italiane citiamo " Lo zio D'America", "Caro maestro", "Una donna per amico" ... in più di vent’anni Antonella Damigelli ha lavorato come adattatrice di dialoghi italiani in più di 3000 film , miniserie e telefilm , tra i lavori più rappresentativi citiamo film di registi di fama mondiale come Robert Altman, Brian De Palma, David Mamet, Claude Chabrol, Spike Lee … tra le serie tv citiamo: Colombo, Maigret, Poirot, Il commissario Moulin, Nero Wolfe … tra le miniserie "Il caso Dominici", Blanche, Killer net … tra i telefilm CSI,CSI Miami, CSI New York, SIX FEET UNDER, X FILES,STAR TREK VOYAGER, UNA MAMMA PER AMICA, GREY'S ANATOMY, BEVERLY HILLS, SETTIMO CIELO, BONES, DAWSON'S CREEK, UN DETECTIVE IN CORSIA, LASSIE, HAPPY DAYS, MELROSE PLACE, PAPPA E CICCIA, WILLY - IL PRINCIPE DI BEL AIR, THE GUARDIAN, PASO ADELANTE, SABRINA - VITA DA STREGA ….. ma anche telenovelas MILAGROS, LA DONNA DEL MISTERO 2 ...e tantissimi altri lavori . Per diversi anni ha alternato l'attività di assistente a quella di dialoghista, oggi, si occupa esclusivamente di adattamento

  • Intervista a Maria Teresa - Dialoghista

    " ... Il Master in traduzione e adattamento della S.Pio V dà le basi giuste per lavorare in questo settore, ma è soprattutto vero che non fornisce per niente, e ribadisco per niente, contatti con le società di doppiaggio. Io ho fatto tutto da me, portando il mio curriculum ovunque e dopo tante fatiche adesso lavoro come assistente al doppiaggio e dialoghista da un anno e mezzo. Se volete intraprendere questa carriera, andate in uno studio di doppiaggio, seguite assiduamente i turni e imparate il mestiere solo così, senza buttare soldi ... "

  • Intervista esclusiva a Laura Giordani

    " ... Avevo appena imparato a scrivere l’alfabeto quando ho scoperto che mi piaceva moltissimo imprimere su carta delle storielle. E all’età di 14 anni ho scritto il mio primo romanzo “Diario di un amore”. Da quel momento ho capito che non era solo un modo di sfogare i miei pensieri, le mie emozioni, ma era una vera e propria passione ... Ho sempre avuto una certa predisposizione nel narrare storie d’amore e le mie “eroine” erano e sono ragazze comuni alle prese con problemi esistenziali ... Che io ami scrivere, ormai è un dato di fatto, e quando mi hanno proposto di scrivere una commedia teatrale ho voluto provare. Da una bizzarra idea è nata “Lezione di Pianto”, scritta insieme ad una mia carissima amica e dialoghista, Manuela Marianetti ... Il mondo del doppiaggio mi ha subito affascinata e ho cercato di apprendere il più possibile. Nel corso degli anni ho collaborato anche con altre società ma nel ’99 sono tornata alla Royfilm, come responsabile dell’edizione. Ormai, dopo 20 anni, mi sento “una di famiglia” in questo settore. I doppiatori sono persone, attori, che ci deliziano quotidianamente con le loro performance televisive e cinematografiche. Persone senza volto che entrano nelle nostre case con le loro voci e rendono anche il più banale dei film un capolavoro ... Voglio ringraziare tutti questi miei amici del settore del doppiaggio, e non solo, che mi hanno dimostrato stima e affetto intervenendo alla presentazione del mio libro. La serata è stata molto emozionante, non mi aspettavo tale affluenza di pubblico e l’eccezionale vendita che la libreria ha dichiarato essere tre volte la vendita massima di una presentazione in 10 anni ... vorrei ricordare con piacere alcuni grandi che hanno contribuito a fare la storia del doppiaggio e che ci hanno lasciato la loro voce come ricordo che dura nel tempo: Ferruccio Amendola, tra l’altro uno dei padrini del mio secondo libro, Cesare Barbetti, Gianfranco Bellini e Carlo Baccarini ... "

  • Intervista esclusiva a Daniela Altomonte

    " ... Riconosco di essere stata fortunata: ho dedicato “i migliori anni della mia vita” a dei mestieri decisamente affascinanti: la fotografia, il teatro, il doppiaggio sono mondi meravigliosi, e se ci entri non vorresti più uscirne… ma nulla è eterno, e questa società ti richiede la specializzazione… e così è nata Daniela la dialoghista. Di progetti ho pieno il cassetto, ma c’è comunque da dire una cosa: io amo lavorare in equipe, e questo mestiere si fa in solitario… perciò nel mio cassetto dei desideri ci sono soprattutto collaborazioni e lavori che mi facciano viaggiare, anche se sempre legati al mio mondo. Vorrei poter sfruttare di nuovo la mia conoscenza delle lingue straniere: ne so 5, compreso l’italiano, e vorrei impararne almeno altre due… Daniela artista vorrebbe essere ricordata sicuramente per la mia serie tv preferita, La Femme Nikita, che mi ha catturato il cuore e alla quale ho dedicato davvero tutta me stessa ... Il messaggio per gli aspiranti dialoghisti è semplice: armatevi di pazienza e molta molta umiltà: se c’è passione, ce la farete. Ma senza aspettarvi grandi cose, il mercato è saturo, ed è difficilissimo riuscire ad introdursi, per lo meno stabilmente ... "

  • Intervista esclusiva a Mario Maldesi

    " ... INCONTRO PROVA APERTA di presentazione dei corsi di pratica e uso della voce nel doppiaggio cinematografico, il 10 settembre 2006, probabilmente si ripeterà anche il 24 settembre, si terrà presso Il Centro Teatro il Garage, a Lucignano - Arezzo. L’incontro, che spesso precede i miei corsi, è un momento di confronto e dialogo aperto a chiunque sia interessato o anche semplicemente curioso ... racconto la storia di questo mestiere, gli aneddoti, le curiosità, il mio rapporto con i grandi maestri e i loro insegnamenti … momenti di prova aperta, lo spirito è ovviamente quello di un gioco vissuto tutti insieme con leggerezza ma con profondità ... insegno alla SNC e all’Accademia e ho incontrato allievi bravi che potrebbero essere utilizzati ma … fanno provini e dicono: “bella voce, bravo ma lei è troppo lento, lei ci mette troppo tempo!” e … il tempo è danaro! Ma è evidente che se un attore sta facendo i primi passi in questo campo non può essere veloce come una persona che ha un’esperienza decennale ... Durante la post-sincronizzazione il Direttore del Doppiaggio diventa il primo collaboratore del regista ... quando Visconti mi chiamò per la versione italiana di “ROCCO E I SUOI FRATELLI”… il sonoro prima della post-sincronizzazione era un miscuglio di lingue, una autentica Babele… francese, greco, spesso non si capiva nulla …e…“sai,lui deve diventare lucano, lei milanese, credibile…” e io dovevo fornire il materiale, la scelta delle voci, e poi essere da guida nella recitazione… per farlo al meglio ho inventato l’uso di colonne separate ... “QUALCUNO VOLÒ SUL NIDO DEL CUCULO”, “QUINTO POTERE”, “Il MARATONETA”, “UN UOMO DA MARCIAPIEDE”… e poi il cinema italiano che mi ha visto legato soprattutto a Visconti e Fellini, e di nuovo il cinema straniero, forse il più grande maestro è stato Kubrick, ma poi anche Friedkin, Lumet, Lelouche, Truffeaut, Schlesinger, Loach… insomma ne ho amati tanti!!! ... L'ESORCISTA di W. Friedkin ... qualcuno si chiudeva gli occhi, mi ricordo che avevo un’assistente che lo faceva e io le dicevo “ma scusa come fai a vedere il sinc se chiudi gli occhi”?!?!! … Beh, ma poi è chiaro che si guarda il film da un altro punto di vista, ci si abitua lo si guarda con freddezza, come un chirurgo… si esce fuori dallo stato emozionale e si entra in un’altra dimensione… può succedere che qualche attore ti dica che si impressiona ... e in quel caso si dice: “Falla con la cuffia senza guardare!” ma sono episodi molto rari … Vorrei che emergesse la passione, l’amore, la dedizione totale da me offerta a questo lavoro, l’impegno di aver lavorato sempre al servizio dell’opera filmica e al servizio della sua unicità ... "

  • Intervista esclusiva ad Antonella Cenni

    " ... La formazione vera ... negli studi della Pumais, dove ho soggiornato per mesi, senza perdermi un turno, nonostante non lavorassi. Tutor d'eccezione è stato Fabrizio Pucci ... Lui mi faceva notare gli adattamenti che funzionavano e quelli che creavano invece problemi ... bisognava sbagliare, per imparare. Mi ha aiutato poi tantissimo ... Eugenio Marinelli, al quale va tutta la mia gratitudine ... According to Jim ... sono andata in sala mentre Massimo Rossi e Laura Boccanera doppiavano e avrei voluto dire, da dietro il vetro: "Le avevo immaginate così!". Ecco un'emozione grande del nostro lavoro: quelle parole virtuali sul tuo computer che prendono vita come per magia grazie a questi attori meravigliosi ... "

  • Intervista esclusiva a Silvia Monelli

    " Quando, prima di dedicarmi solo alle direzioni , facevo doppiaggio come attrice , mi è stata molto utile Melina Martello, che è un’attrice straordinaria e una persona splendida." Intervista a cura di Marco Bonardelli