Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

« precedenti 10 | prossimi 10 »
  • Clarissa Leone e Distretto di polizia 6 - Intervista

    " ... Distretto di polizia 6 ... Ottima esperienza, persone competenti, serene e gradevoli, ho avuto l'occasione di lavorare al fianco di attori con molta ma molta più esperienza di me ... ho l'onore di conoscere un pochino di più Marco Marzocca (Ugo Lombardi) che seguo da anni in tv e ritengo un ottimo artista a 360 gradi ... Il cast è colorato da artisti veri, qualche anno fa guardavo distretto di polizia comodamente buttata sul divano oggi resto in casa immobile ad osservare la bravura di tutti gli attori, godo nel vedere una bella scena girata perfettamente con una ottima interpretazione…grandi tutti…nessun improvvisato davvero orgogliosa d’aver partecipato ad una fiction così importante. Tra i miei progetti uno imminente con la regista di “TRE” per un mio short-film scritto da me e co diretto da me e Ivana Marrone già conosciuta per aver lavorato come aiuto regia di Patrizio Pace ne “La vita nell’angolo” interamente girato nella mia terra che è l’Abruzzo che amo davvero moltissimo. Ho un grande progetto non di lavoro ma di beneficenza: La costruzione di un canile per dare l’opportunità ai nostri cagnolini abruzzesi di trascorrere un inverno dignitoso e non solo ... "

  • Intervista a Elena D'Anna

    " ... Quello che per me in tutti questi anni è stato forse più importante, quando ho incontrato ovviamente dei bravi insegnanti, è stato carpire il loro rapporto con il teatro, il loro amore, il loro scontro quotidiano ... al di là del metodo che ognuno di loro proponeva ... le esperienze più belle che ho avuto sono state quelle con i fratelli Taviani, anche perchè la prima volta che ho lavorato con loro avevo vent'anni e ho avuto nettamente la sensazione di essere a contatto con dei grandi maestri del cinema, per quanto riguarda la tv ricordo con molto piacere una pubblicità girata con Paolo Pratesi, notissimo regista pubblicitario, e per quanto riguarda il teatro che è il mio vero amore sicuramente l'esperienza con Massimo Dapporto e quella con Armando Punzo nel carcere di Volterra ... "

  • Intervista a Graziano Molteni

    " ... A 29 anni e per "colpa" della mia fidanzata di allora che sosteneva avessi una bella voce, mi sono iscritto ad un corso di doppiaggio, ho così scoperto che dovevo fare un passo indietro e cioè divenire prima attore ... Nel 2000 il primo spettacolo teatrale a cui ne sono seguiti altri, che ho avuto modo di scrivere e dirigere e nel contempo ho iniziato a fare qualche speakeraggio pubblicitario radiofonico. Nel 2003 grazie ad una lunga amicizia con Paolo Simonetti ho iniziato a lavorare in Radio facendo il caratterista. Nel 2004 il ritorno dietro la videocamera, grazie al tour di RDS. Nel 2005 il mio primo videoclip (che ho firmato per Garbo) ha avuto un buon riscontro. A seguire altri cortometraggi, special musicali, backstage, documentari ... Ora continuo a fare l'attore (promo Sky Sotto5) il regista/editor e lo speaker ... i doppiatori italiani tutti meriterebbero un elogio, in quanto sono tutti molto bravi e professionali ... i reinterpreti contemporanei che mi piacciono molto sono: a Milano Patrizio Prata, Massimiliano Lotti, Gianni Quillico, Roberta Laurenti, Elisabetta Spinelli, Annagiulia Belletti, Raffaele Farina ed Enrico Maggi. A Roma Massimo Corvo, Roberto Chevalier, Francesco Pezzulli, Barbara Berengo Gardin, Laura Boccanera, Ilaria Stagni, Mavi Felli e Cinzia De Carolis. Di loro mi piace molto, sicuramente il timbro vocale, ma soprattutto la capacità che hanno di essere sempre attaccati al personaggio/attore e nel contempo dare delle caratteristiche diverse ogni volta che doppiano qualcun altro. L'incontro con Raffaele Farina è avvenuto perchè è stato lui il mio insegnate di recitazione! Poi è nata anche una grande amicizia che dura tutt'ora. E' una persona molto corretta e leale ed è un grande professionista ... "

  • Intervista a Maria Sole Cingolani

    " ... La mia formazione artistica è cominciata molto presto, all’età di cinque anni ho iniziato a studiare danza con l’insegnante Maria Elena Carucci e successivamente pianoforte con il Maestro Fabrizio Ottaviucci. Nel 1994 ho avuto la mia prima esperienza teatrale con il regista Alberto Pellegrino ne “La Natività” nel ruolo di Maria, la protagonista. Dopo una lunga pausa di “riflessione” due anni fa ho ripreso a studiare recitazione, sia in ambito teatrale che cinematografico. Ho frequentato i Laboratori Teatrali di Sabrina Conocchioli, Carmelo Grasso e i corsi di recitazione, canto e danza presso il Centro Teatrale Sangallo diretto da Saverio Marconi. In campo cinematografico studio con Giovanni Fiorani Pantaleoni, direttore e insegnante della Libera Accademia Cinematografica; grazie a Giovanni ho scoperto che la mia passione per la recitazione poteva realmente trasformarsi in qualcosa di concreto e realizzabile. A dicembre mi diplomerò nella sua Accademia ma nel frattempo cerco di cogliere ogni occasione per approfondire lo studio del metodo Stanislavskij – Stransberg. Ho frequentato Laboratori e Stage di April Webster, Daniele Falleri e Marita D’Elia ... Credo che il doppiaggio italiano sia ad un ottimo livello e apprezzo particolarmente Mario Cordova, Stefano Benassi e Roberta Paladini. Io lo sto studiando alla Libera Accademia Cinematografica sotto la guida di Simone Cicconi e trovo interessante sperimentare come un personaggio possa prendere vita anche con la sola voce ... "

  • Intervista a Daniele Gatti

    " ... Durante i duri anni romani ho compreso sulla mia pelle quanto fossero importanti una base tecnica e uno studio approfondito per affrontare un mestiere come il mio, dove tanti si improvvisano, ma spesso non durano a lungo ... Il doppiaggio è certamente qualcosa che fa parte di me ... Così come la recitazione nella sua totalità, anche il doppiaggio possiede una sua varietà straordinaria, che lo rende unico e amabile. Personalmente ritengo che non si possa doppiare bene se non si sa recitare ... I lavori che più mi hanno gratificato per lo studio sul personaggio sono il ruolo di: Fez in “That's 70 show” (in onda su MTV) e il pipistrellino nel cartoon “Marco e Gina”(Rai 1). Sebbene ultimamente faccia anche direzione di doppiaggio (recentemente ho curato i rifacimenti di 48 ore, fiction Mediaset) c'è sempre tanto da imparare o in cui migliorarsi ... il direttore di doppiaggio deve essere onesto, attento, paziente e chiaro ... Credo che un buon direttore debba essere capace di utilizzare al massimo le qualità degli attori che sceglie accuratamente, senza che questi prevalgano vocalmente soffocando l'interpretazione dei protagonisti originali della pellicola che si accingono a doppiare. Questo errore molto grave e frequente impoverisce il prodotto finale, mentre compito del doppiaggio è la discrezione ... L'Italia ha tantissimi bravi doppiatori ... apprezzo molto Capone, soprattutto quando interpreta i documentari, e la Korompay per la sua splendida vitalità vocale ... Agli insegnanti AnnaLaura Messeri, Massimo Mesciulam e a tutta l'equipe della scuola, non sarò mai grato abbastanza per la cura e l'attenzione con cui mi hanno seguito ... Poi lo Stabile di Genova ha continuato a darmi altre splendide opportunità consentendomi di lavorare nella sua compagnia diretta da Marco Sciaccaluga, regista dalla sensibilità straodinaria e dal quale non si smette mai di imparare ...“Amadeus”, diretto da Roman Polanski è stata la mia prima esperienza importante con un regista straordinario e al fianco di attori di grande esperienza come Luca Barbareschi ... La dizione oggi sembra essere divenuta appannaggio di pochi, ma io ritengo sia molto importante ... una corretta pronuncia italiana delle parole, senza cadenze o inflessioni dialettali particolari e una dizione stretta, asciutta, senza sbrodolature nè difetti di fonazione ... In questi giorni ho girato un episodio di Distretto di Polizia 6, diretto da Antonello Grimaldi, mi vedrete su Canale 5 a novembre, e intorno ai primi di ottobre dovrebbe uscire al cinema il film di Beppe Ferrara “Guido che sfidò le BR”, sull'omicidio di Guido Rossa. Poi, chi ama il teatro potrà vedermi allo Stabile di Genova nell'Enrico V di Shakespeare, diretto da M. Mesciulam ... "

  • Intervista a Francesco Gabbrielli

    " ... Ho avuto l'onore di debuttare con Mario Monicelli nel film "Panni sporchi" e in quei pochi giorni con lui ho imparato tanto, anche perchè accanto a me c'erano attori del calibro di Proietti, Placido, Melato, Confalone, Haber ... Carlo Verdone cercava toscani per doppiare delle comparse nel film "C'era un cinese in coma" un mio collega me lo disse e mi sono trovato in sala doppiaggio con Carlo Verdone e Liliana Rago, splendida persona che mi ha aiutato a farne altri in futuro. Addirittura un ruolo intero in un film dell'orrore di Bruno Mattei, dove ci siamo divertiti tantissimo a doppiare mummie, mostri, zombie e gente che moriva in modi sempre differenti e bizzarri. Con lei ho fatto alcuni telefilm italiani e stranieri. Sempre poche righe ma quanto bastava per arrivare in fondo al mese ... Con Fabrizio Mazzotta invece ho collaborato (e ancora collaboro) grazie a Mirko Fabbreschi il leader del gruppo "Raggi fotonici" con i quali ho fatto serate stile cartoon. Fabrizio era uno degli ospiti d'onore e organizzatore e allora dopo un piccolo "provino" mi ha fatto provare e ogni tanto sono una delle vocine di Lamù, Inuyasha, Goldrake e i cartoni animati giapponesi che vanno adesso su Mtv. Il bello di queste collaborazioni è che non si limitano alla sola sala di doppiaggio, ma con Fabrizio si è instaurato un bel rapporto e ci vediamo spesso anche extra lavoro. E poi ho potuto rivedere le "voci" che ho amato da piccolo, ad esempio Romano Malaspina mitica voce di Actarus e Jeeg oppure Massimo Corizza (Carletto/Devilman) la mia amica di vecchia data Ilaria Latini (Titti e vagonate di altri personaggi) che poi è stata la fautrice dell'inizio della mia carriera consigliandomi quando ancora vivevo a Firenze un'agenzia di Roma ... Luca Ward, Tonino Accolla, e molti altri ... Sono veramente soddisfatto perchè finalmente potro' portare in scena uno spettacolo tutto mio. La mia passione pero' è il cinema e cerco via via di migliorare le sceneggiature che ho già scritto ... col cabaret credo di avere le potenzialità per scrivere per artisti che lavorano seriamente ... Per il format tv sul doppiaggio, se venissi scelto, mi piacerebbe essere sfruttato per le mie capacità di imitatore, non tanto di personaggi famosi ma di voci, vocine e vocette, di suoni e rumori, che sicuramente sarebbero il mio forte ... "

  • Intervista a Clarissa Leone

    " ... Il mio percorso artistico è iniziato, come per molti, un po’ per caso ... ho iniziato a collaborare con l’agenzia Caremoli grazie alla quale ho avuto la possibilità di fare diversi lavori tra cui il video di Irene Grandi “Prima Di Partire Per Un Lungo Viaggio”, scritta dall’eccezionale Vasco Rossi ... Indubbiamente uno dei primi step verso una carriera di attrice è stato frequentare con molta motivazione un buon corso di dizione… Beh non fu proprio semplice eliminare l’accento abruzzese in poco tempo, ma grazie alla bravura e alla pazienza dell’insegnante Emiliana Perina ho superato un grande ostacolo e oggi i miei sforzi sono ripagati anche con dei lavori di doppiaggio ... In Italia abbiamo una grande tradizione di doppiatori, invidiata in tutto il mondo ... Ferruccio Amendola fu davvero un grande orgoglio per tutti no ... Pino Locchi, Maria Pia Di Meo, Carlo Romano, Luca Ward, Chiara Colizzi ... Sicuramente i tempi d’oro sono molto distanti, prima era un mestiere davvero elitario e anche remunerativo. Oggi le cose son molto più complesse, purtroppo la competitività è molto forte e in più molte persone sono disposte a lavorare per cifre molto basse a discapito di quei professionisti che hanno studiato moltissimo e fanno questo mestiere innanzitutto per passione. Noto una certa commercializzazione che riscontro fortemente in alcuni spot televisivi in cui su dieci parole cinque sono pronunciate scorrettamente ... Vi anticipo la proiezione del corto “Tre” al Festival del Cinema di Venezia per la sezione “Circuito Off” ... e partirò per una esperienza negli Stati Uniti presso l’ “Actor’s Studio” di New York ... "

  • Intervista a Sara Piersantelli

    " ... Con "Carabinieri 5" ho imparato cosa vuol dire lavorare in una grande produzione seriale. I ritmi sono martellanti e a un attore si richiede la miglior interpretazione possibile nel minor tempo possibile ... "La Provinciale" ... su Rai1 ... regia di Pasquale Pozzessere , nel quale ho avuto la possibilità di recitare accanto a Sabrina Ferilli ... Affermarmi come doppiatrice? Sarebbe magnifico, prestare la propria voce è molto emozionante e dà tante soddisfazioni. Ma il doppiaggio è un lavoro molto difficile e da non sottovalutare; me ne sono accorta soprattutto quando si è trattato di doppiare il cortometraggio "Home Made" perché essendo stato girato con una attrice italiana, il cui labiale era quindi comprensibilissimo, dare una interpretazione attoriale è stata dura ed estenuante essendo condizionata dalla sincronizzazione con il movimento delle sue labbra. I videogiochi invece sono divertentissimi, hanno anche questi le loro difficoltà ... Cristiana Lionello è per me indimenticabile sia per la Principessa Sissi sia per le sue interpretazioni di Cate Blanchett ... Rossella Acerbo e la sua voce delicata prestata a Drew Berrymore ... L'esperienza che ricordo con più affetto è forse quella dello spettacolo musicale "Federico e Wanda" che è stato il mio primo lavoro da professionista ... La prossima settimana devo andare a Udine per girare una piacevole commedia su come sia difficile per un giovane regista raggiungere il suo sogno. Poi sto aspettando che finiscano di programmare un nuovo videogioco al quale devo prestare la mia voce ... "

  • Intervista a Paola Pessot

    " ... Credo che i doppiatori italiani siano i migliori al mondo ... Una volta, in albergo in Austria, ho visto Totò doppiato in tedesco ... nulla è mai stato meno divertente! Più volte mi hanno chiesto di provare col doppiaggio. Angelo Maggi (doppiatore di Tom Hanks in molti films) ha anche cercato di coinvolgermi ... forse un giorno proverò ... Nel frattempo ho imparato a doppiare me stessa ..."Sogno in una notte di mezza estate" ... Kline cantava per i corridoi del Teatro 5 , faceva scherzi a tutti (una volta anche alla stessa Pfeiffer , mentre giravamo , ed è stato assolutamente esilarante) ... Sto finendo di girare un film in Francia, in lingua francese "Le monde à l'envers" ... Confrontarsi con attori di un'altra nazione è un'esperienza meravigliosa. Inoltre ho un progetto per un nuovo programma su Coming Soon TV ... nato da una mia idea! ... " Intervista a cura di Marco Bonardelli

  • Intervista a Francesco Stella

    " ... Il primo ciak nel film "Besame mucho" di Maurizio Ponzi ... come dimenticare "Il commissario Montalbano" , lavorare nella mia terra è stato molto emozionante. Comunque ricordo ognuna delle esperienze che ho fatto con molto amore, tutte in modo diverso mi hanno dato qualcosa ... Mi è capitato solo di doppiarmi (a volte l'audio dal vivo non è buono e quindi bisogna ridoppiarsi in studio) ... Penso che il doppiaggio italiano sia ad un livello molto alto, anche se da attore quando posso preferisco vedere i film in lingua originale ... Lavorerò il mese di luglio al Festival Pucciniano a Torre del Lago alla "Turandot" di Giacomo Puccini come aiuto regista e sempre con la "Turandot" andrò a settembre in Cina ... "