Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista al pilota Riccardo Errani

Intervista al campione di Drifting Riccardo Errani

Riccardo Errani romagnolo doc, una terra che ha cresciuto molti campioni sportivi. E’ nato a Forlì e ha vissuto a Faenza, poi dal 1992 è residente a Monaco. Andiamo a conoscerlo meglio, scopriamo dalle sue parole come è diventato un “Signore del traverso” nella nostra esclusiva intervista:

- Credi che all’ estero ci sia un Paese più avanti noi nel Drifting da cui imparare?

Sicuramente il Giappone è più preparato. Capendo bene l’interpretazione del regolamento di questa disciplina sportiva, una buona messa a punto delle vetture, un frequente allenamento, fra due anni possiamo essere alla pari.

- Come hai conosciuto e come ti sei avvicinato al mondo del drifting ?

Essendo da sempre pilota di rally , nella mia carriera ho sempre cercato la derapata. Il drifting, come sport ne è l’essenza. Sono un veterano di questo sport , proprio in occasione della prima gara in italia, circa quattro anni fa , io c’ero. Poi per un pò ho lasciato, ed invece quest’ anno col campionato italiano ho concentrato buona parte della mia attivita sportiva nel drift.

- Che attitudini trovi necessarie per fare drifting ?

Una grande passione innata per le derapate, poi tanta concentrazione, essere solidali col pilota in sfida ( serve molto per crescere), buon feeling con la vettura.

- Chi ti ha insegnato a driftare ?

Sono autodidatta, poi ci ha pensato ed il tempo.

- Hai un autodromo nel cuore?

Il mio autodromo preferito è monza, dove ho corso con la ferrari 348 e svariate volte per il rally di monza
Pilota preferito, per quanto riguardo la categoria drift nel mondo , no …. in italia ce ne sono vari nel campionato italiano che sono degni di stima ed insieme a loro cresceremo per non dover ammirare altri ,al di fuori del ns. gruppo. Preferisco circuiti molto veloci , dove nelle inbardate si utilizza la 4°/5° marcia.

- Secondo te le donne al volante … possono driftare con successo?

Certo,le donne possono come in altri sport motoristici. Necessitano ,come gli uomini, delle stesse preparazioni e concentrazioni. A livello racing, attualmente, purtroppo sono pochissime all’altezza.

- Hai consigli da dare a chi lo vede in tv e vorrebbe iniziare?

Il drift è uno sport abbastanza facile da avvicinare. Inizialmente con poche migliaia di euro si può preparare un vettura versione “drift street” . Poi ,cercare chi organizza giornate drift in posti adeguati, in sicurezza, e partecipare. Dopo, se c’è una vera passione e se si hanno le qualità, il salto nella categoria racing è scontato. C’è anche la possibilità di partecipare a corsi che organizza il campionato italino drift.

- Un saluto ai lettori

Un saluto a tutti i lettori . Riccardo Errani
P.S .contribuite a divulgare questo sport, che sta crescendo fortemente in italia.

Errani Team sarà al Faenza motor&show nei giorni 22/23 maggio 2010.
Nel frattempo possiamo vedere Riccardo Errani in azione nei video pubblicati sul profilo Youtube ufficiale Erraniteam :

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti