Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista al pilota Alberto Cona

Oggi conosciamo meglio in questa esclusiva intervista il pilota Alberto Cona, altro protagonista del Campionato Italiano D1 stella, gareggia nella categoria Racing..

Ecco un altro altro protagonista del prestigioso Campionato Italiano D1 Stella: Alberto Cona per gli amici “Alby”. Conosciamolo meglio in questa esclusiva intervista per Supereva Drifting: gareggia nella categoria Racing.. ovvero i professionisti del traverso. E’ Veneto, ha 23 anni, è un pilota di professione per passione. Gareggia per vincere e si esibisce con mestria negli autodromi più belli e conosciuti in Italia. Nella foto lo vediamo col suo “gioiello”:

- Ciao di dove sei ?

Ciao sono di San. Pietro Incariano di Valpolicella (Verona)

- Che auto usi ?

Corro con una ”BMW M3 E36” dello 01 team con la livrea moderna del generale lee… Per strada invece un ”volswagen Trasporter” furgonato con cerchi da 17” a canale da 10 rovesciato, con i colori dello 01 team nero opaco e arancione brillantinato… mentre quando piove mi diverto girare con il vecchio ”BMW 320 is” del 1990…

- Credi che all’ estero ci sia un Paese più avanti noi nel Drifting da cui imparare?

Sicuramente per primi giappone e america ma anche Inghilterra e Nuova Zelanda… il mio sogno sicuramente resta l’america… anche se sono sicuro che qui in Italia grazie al D1 STELLA il drifting sta facendo passi da gigante…

- Come hai conosciuto e come ti sei avvicinato al mondo del drifting ?

Ho cominciato a fare i traversi quando avevo 3 anni con un go kart modificato da mio papà appositamente per la mia statura.. poi nel piazzale dietro casa mia all’età di 15 anni quando i miei amichetti venivano a trovarmi prendevo in prestito l’M3 di mio papà e facevo qualche ‘8′ e un po di freni a mano… e poi è diventata una passione che col passare degli anni dedico sempre piu del mio tempo…

- Cosa conta per essere un buon pilota? Pensi che bisogna avere particolari attitudini ?

Sicuramente parlando di drifting (come il significato della parola stessa) è necessario prendere le curve ad alta velocità senza paura e andare allo sbaraglio… e poi sicuramente serve molto allenamento per avere più sensibilità nello sterzo e nel gas… per fare un buon drift bisogna insomma che ti venga tutto naturale anche perchè non c’è molto tempo per pensare cosa fare…

- Chi ti ha insegnato ? O sei autodidatta…

Ho fatto il primo corso base a 19 anni con Nicola Tesini….e poi non ho mai smesso di allenarmi

- Hai un autodromo nel cuore?

Varano de Melegari… forse perchè con il 320 is agli inizi andavo molto spesso a driftare li e ho passato delle giornate indimenticabili di puro divertimento e ad ogni allenamento imparavo qualcosa di nuovo….

- Hai un Pilota preferito?

Ayrton Senna

- Hai una tecnica di Drifting preferita?

Arrivare a bomba in fondo al rettilineo e tirare il freno a mano… la velocità e la leva del freno a mano secondo me sono due parametri direttamente proporzionali tra di loro…..più la velocità è alta e più tirare la leva è elettrizante…

- Secondo te le donne al volante… possono driftare con successo?

Non ho mai avuto molta stima delle donne in generale ma la mia Saretta mi ha fatto cambiare idea… ha già provato nel parcheggio di Adria e con molto successo devo dire…. ora stiamo preparando un altro bmw M3 ”il generalino” e sicuramente gli farò fare diverse sessioni di prove perchè sono convinto che darebbe strada a molti uomini ;)


- Hai consigli da dare a chi lo vede in tv e vorrebbe iniziare?

Sicuramente per iniziare bisogna rivolgersi a qualche scuola di drifting… poi ovviamente ci vuole molto allenamento perchè in un giorno nessuno è mai diventato professionista…

- Un saluto ai lettori

Un Saluto speciale da tutto lo 01 team
Alby01

E ora ci guardiamo qualche acrobazia in pista di Alberto Cona

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti