Questo sito contribuisce alla audience di

Amore religioso e amore umano

Una differenza fondamentale

Questo è il punto essenziale del ragionamento da sviluppare:

“nei suoi rapporti con le idee religiose la ragione cosciente non ha dunque che da distruggere un’illusione – un’illusione però tutt’altro che innocua, poiché esercita sull’uomo un’influenza fondamentalmente perniciosa e funesta, distrugge le sue forze per la vita reale e gli fa perdere il senso della verità e della virtú. Lo stesso amore infatti, il sentimento in sé piú vero, viene corrotto dalla religione e trasformato in un sentimento puramente apparente e illusorio; l’amore religioso non ama l’uomo che per amore di Dio, cioè ama l’uomo solo apparentemente, in realtà ama Dio “.
L. Feuerbach, L’essenza del cristianesimo, Feltrinelli, Milano, 1971, pag. 289

Se dunque l’uomo religioso ama l’uomo in apparenza, per amare in realtà Dio, questa alienazione dell’uomo da se stesso dimostra che l’andare incontro all’uomo della religione, tradizionalmente intesa, è in realtà mistificante …