Questo sito contribuisce alla audience di

The Beatles Anthology

La storia del gruppo che ha cambiato la scena musicale (e, perchè no, anche quella sociale, sotto certi aspetti) raccontata, per la prima volta, dagli stessi protagonisti. A cura di Seifer.

Paul McCartney, George Harrison e Ringo Starr raccontano la loro storia, cominciando dagli esordi come gruppo “skiffle” sotto il nome di “Quarrymen” fino ad arrivare ai commenti sul break-up della band, raccontati con grande sincerità e notevole partecipazione emotiva. Commovente la possibilità di ascoltare le “opinioni” del defunto leader, John Lennon (giusto ricordare che l’8 dicembre saranno 24 anni dalla sua morte per mano di Mark David Chapman) attraverso stralci delle sue innumerevoli interviste radiofoniche e televisive.

La Storia
L’Anthology dei Beatles parte addirittura dall’infanzia dei Fab Four che raccontano le loro preferenze musicali, le situazioni familiari e soprattutto raccontano di come stava cambiando la scena musicale nel Merseyside, il principale punto di contatto che la Gran Bretagna aveva con gli U.S.A.. Senza tralasciare alcun episodio, neanche quelli più “nocivi” all’immagine del gruppo ( la vicenda di Pete Best o i loro rapporti con le droghe) o “problematici” (basti pensare a quanto accadde nelle Filippine durante il World Tour, o alle intimidazioni degli estremisti religiosi americani di fronte all’affermazione di Lennon “Ormai siamo più famosi di Gesù Cristo”), i Magnifici Quattro continuano a raccontare la loro storia… dagli esordi ad Amburgo all’esplosione della BeatleMania, dalla “conquista” degli USA alla decisione di non effettuare più tournè, dalla nascita di quel capolavoro considerato “la pietra miliare del Pop” ossia “Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band” ai difficili momenti attraversati dalla Band, ormai sempre più in procinto di sciogliersi, durante le riprese di “Let it Be”.

Riassumere in poche righe la storia dei Beatles è pressochè impossibile… vi lascio quindi con un dato tecnico che rende possibile comprendere la vastità dell’opera: l’Anthology è formata da 4 DVD (più un’extra) per un totale di quasi 10 ore di filmato!

Un DVD quindi, che rappresenta un “must see” per ogni BeatleManiac che si rispetti… ma anche un’esauriente “finestra” per chi si affaccia, per la prima volta, sulla storia della più grande Band che la musica contemporanea ricordi.

Il DVD
L’Anthology è composta da 5 DVD. I primi quattro compongono gli 8 episodi della “Beatles Anthology” vera e propria. La qualità audio dell’opera è davvero eccezionale (fatta eccezione per il concerto al Washington Coliseum, ma credo non esistano documenti filmati di tale evento che abbiano una qualità audio accettabile), l’ascolto in DTS (ottimo) poi rende ancor più coinvolgente la visione dei DVD. Anche la qualità delle immagini non è affatto male, nonostante alcuni spezzoni risalgano a più di quarant’anni fa!

Il quinto DVD è invece una raccolta di “Special Features”. Nulla di particolarmente interessante a dir la verità, si tratta in pratica del “Making Of” dell’Anthology stessa, nonchè degli ultimi due singoli dei Beatles, “Free as a Bird” e “Real Love”, pubblicati a quindici anni circa dalla morte di Lennon e “costruiti proprio partendo da “tapes” casalinghi dell’ex-Leader della band.

L’elenco degli extra è comunque il seguente:

Recollections - June 1994:La “riunione” di McCartney, Harrison e Ringo Starr dal quale è nato poi il progetto “Anthology”. I “Treathles” si producono anche in performance musicali delle canzoni da loro preferite durante l’infanzia-adolescenza.
Compiling the Anthology Albums: La scelta dei brani musicali, e le scalette adoperate, durante la stesura della “The Beatles Anthology” su Cd.
Back at Abbey Road - May 1995: Il ritorno dei Fab3 al leggendario Studio 2 di Abbey Road.
Recording “Free as a Bird” and “Real Love”: la registrazione degli ultimi 2 singoli dei Beatles, e la spiegazione delle tecniche utilizzate per “amalgamare” la voce di Lennon con l’accompagnamento, vocale e strumentale, degli altri tre Beatles.
Production Team: La presentazione del team di produzione dell’Anthology.
Making the “Free as a Bird” video: Ovviamente… il making of del video clip di “Free as a Bird”, che tra l’altro vinse un Grammy come “Miglior Video Musicale” nel suo anno d’uscita.
“Real Love” Video: Lo splendido e commovente video musicale di “Real Love” (anche se, musicalmente parlando, la versione solo-piano contenuta nella “John Lennon Anthology” è migliore di quella che si ascolta qui).

GIUDIZIO FINALE
Contenuti: 10

L’intera storia dei Beatles raccontata in maniera esauriente ed emozionante. Come già detto prima: una chicca per i Fans, un ottimo punto d’inizio per i neofiti.
Video: 7
Più che discreta la qualità visiva, soprattutto considerando che gran parte dei filmati risale al decennio ‘60-’70.
Audio: 10
La colonna portante dell’”Anthology” è proprio il suo comparto Audio, un grandioso spaccato sulla produzione musicale dei Fab4. L’ascolto in DTS poi rende la visione ancor più coinvolgente.
Extra: 6
Interessante soprattutto per coloro che sono interessati alla parte “tecnica” relativa alla produzione di “Free as a Bird” e “Real Love”.

Se vi definite Fan dei Beatles, la loro Anthology non può assolutamente mancare nella vostra Collezione. Se invece siete “inesperti” ma mossi dalla curiosità di conoscere qualcosa della rock-band che ha cambiato la storia della musica, l’Anthology è quanto di più esauriente possa capitarvi tra le mani.