Questo sito contribuisce alla audience di

Alle radici di Matrix

Uno speciale DVD che sviscera gli aspetti storici, filosofici e tecnologici della trilogia di Matrix.

La grandezza della trilogia di Matrix risiede nella sostanza della storia, capace di andare oltre fanta-action movies tradizionali, con una trama densa di significati ed interpretazioni. “Alle radici di Matrix” approfondisce i concetti del film interpretandoli in chiave filosofica, creando una linea di congiunzione tra metafisica e tecnologia, realtà mentale e (ir)realtà virtuale.

Il DVD presenta due documentari in cui studiosi e filosofi sviscerano la trama e, in generale, il mondo di Matrix, donandoci differenti ed interessanti chiavi di lettura e di analisi.

Ritorno alle origini: Matrix e la filosofia
Il primo documentario, della durata complessiva di un’ora, affronta gli aspetti filosofici del film. Attraverso numerose interviste, diversi studiosi e docenti universitari (tra cui Ken Wilber, scrittore e filosofo, Mark Rowlands, dell’ Università di Hertfordshire, John Searle, d’Università di Berkeley e T.J.Mawson, della Oxford University) analizzano Matrix attraverso il pensiero di filosofi come Socrate, Renè Descartes e Friedrich Nietzsche, compiendo un percorso nella simbologia, nelle similitudini e negli aspetti religiosi, mitologici e filosofici presenti nei film. Tali interventi fanno emergere la vera essenza di Matrix, un pensiero che affronta la realtà e la percezione di essa da parte della mente umana, in un viaggio tra l’inconscio e la ragione, tra la realtà e il sogno.

Scienza o fiction?: la scienza a sostegno della fiction
Il secondo documentario, anch’esso della durata complessiva di un’ora, affronta un’analisi sull’aspetto tecnologico del film, su come la scienza abbia influenzato la trilogia di Matrix. Attraverso numerosi interventi di studiosi, docenti, ricercatori e scrittori, il documentario compie un indagine sui computer, sulla tecnologia, sul rapporto uomo-macchina nel corso dell’evoluzione scientifica, e di come tali aspetti abbiano influenzato e ispirato le metafore dei film dedicati al mondo di Matrix.

I due documentari forniscono una interessante analisi del film a 360°, attraverso scienza e filosofia, dimostrando come i fratelli Wachowski siano riusciti a creare un mondo profondo e credibile, molto più realistico di quanto si potrebbe pensare. Questo riesce a dare un’idea dell’enorme differenza che intercorre tra Matrix e i film di fantascienza ed azione a cui il cinema contemporaneo ci ha abituato, mostrando come la trilogia dell’Eletto non sia semplicemente uno spettacolare intrattenimento a base effetti speciali, ma sia in realtà una storia colma di interessanti spunti narrativi e filosofici, in grado di appassionare e far discutere qualsiasi tipo di spettatore.

Va sottolineato un grande difetto del DVD, un’inspiegabile lacuna che risiede nei sottotitoli dei documentari, presenti solo in inglese. Sono dunque assenti i sottotitoli italiani, assenza che fa storcere il naso di fronte ad un DVD che andrebbe seguito con attenzione, per via dei temi e delle complesse dissertazioni che i documentari presentano.