Questo sito contribuisce alla audience di

Studi di settore (II parte)

Cosa sono

Intervento redatto da www.blustring.it

I parte

Molti contribuenti pensano che sia opportuno caricare in contabilità quante più autovetture possibile al fine di dedurre il costo del carburante, delle assicurazioni e delle manutenzioni. Un comportamento di questo tipo fa aumentare considerevolmente il valore dei beni strumentali e quindi i ricavi presunti dagli studi di settore.

Altra pratica assai diffusa è la ricerca di fatture di acquisto per prestazioni mai ricevute. Tale comportamento, oltre a costituire un illecito, è il più delle volte penalizzante per quanto concerne gli studi di settore poiché un innalzamento del volume degli acquisti produce un aumento dei ricavi presunti.

Accorgimenti leciti per influenzare a favore del contribuente il responso degli studi di settore.

Dati contabili:

Riguardo il valore dei beni strumentali, è consentito inserire il valore di quelli effettivamente utilizzati lasciando fuori gli altri a patto che non vengano ammortizzati.

Dati extracontabili:

Se taluni soci o collaboratori prestano la loro opera part-time occorre fare attenzione a non compilare lo studio di settore meccanicamente inserendo una percentuale di lavoro pari al 100%, ma inserendo una percentuale inferiore.