Questo sito contribuisce alla audience di

I riporti

Caratteristiche del contratto

Il riporto è il contratto per il quale il riportato trasferisce in proprietà al riportatore titoli di credito di una data specie per un determinato prezzo, e il riportatore assume l’obbligo di trasferire al riportato, alla scadenza del termine stabilito, la proprietà di altrettanti titoli della stessa specie, verso rimborso del prezzo, che può essere aumentato o diminuito nella misura convenuta.

Esso è un contratto reale che si perfeziona, cioè, con la consegna dei titoli.

E’ un contratto con prestazioni corrispettive e a titolo oneroso.

Le parti del contratto sono due:

· il riportato che vende i titoli in contanti e li compra a termine;

· il riportatore che acquista i titoli in contanti e li vende a termine.

Il riportato ha, in genere, bisogno di denaro. Per questa ragione cede i titoli al riportatore che gli venderà alla scadenza altrettanti titoli della stessa specie ad un prezzo maggiorato. La differenza tra il prezzo di vendita e quello di riacquisto rappresenta il guadagno dell’operazione per il riportatore.

Il riportatore ha, in genere, delle disponibilità di denaro da impiegare. Per questa ragione acquista i titoli per poi rivendere alla scadenza altrettanti titoli della stessa specie ad un prezzo superiore in modo da lucrare la differenza. Per questa ragione spesso il riportatore è una banca.

A volte è il riportatore ad avere interesse a concludere il contratto: ad esempio nel caso si tratti di un soggetto che intende concludere il contratto per poter avere i titoli necessari per ottenere la maggioranza nell’assemblea di una società. In questo caso il prezzo di vendita è superiore rispetto al prezzo di riacquisto: la differenza è detta deporto ed è lucrata dal riportato.