Questo sito contribuisce alla audience di

Il contratto di compravendita

Caratteristiche fondamentali

Il contratto di compravendita è disciplinato all’art.1470 e seguenti del Codice civile. Esso viene definito come “il contratto che ha per oggetto il trasferimento della proprietà di una cosa o il trasferimento di un altro diritto verso il corrispettivo di un prezzo”.

Due sono le parti del contratto:

il venditore, cioè colui che trasferisce la proprietà di una cosa o di un altro diritto ricevendo come corrispettivo il prezzo;
·         il compratore, cioè colui che acquista la proprietà di una cosa o di un altro diritto e si impegna a pagare, come contropartita, il prezzo pattuito.

 

Come si può facilmente comprendere, dalla definizione sopra esposta, il contratto di compravendita può avere per oggetto sia dei beni che diritti. Per quanto concerne i beni, essi possono essere sia beni mobili che beni immobili.

 

Stipulando il contratto di compravendita, il venditore si impegna a consegnare la cosa venduta e il compratore s’impegna a pagare il prezzo pattuito.

Il venditore deve consegnare il bene venduto all’acquirente nello stato in cui esso si trova al momento della vendita. Inoltre, egli deve consegnare anche i documenti che comprovano la proprietà del bene.

 

Il venditore assume anche altri obblighi, come quello di garantire la cosa da evizione (il venditore, cioè, garantisce che il compratore avrà il possesso pacifico della merce contro qualsiasi pretesa di terzi) e da vizi (il venditore, cioè, garantisce che la cosa  venduta è esente da difetti occulti che la rendano non adatta all’uso cui è destinata o ne diminuiscano in modo apprezzabile il valore).