Arrotondamento IVA

Regole diverse

La normativa europea non fissa regole particolari per quanto riguarda l’arrotondamento dell’IVA da versare allo Stato.
Per questa ragione la Corte di Giustizia europea, con la sentenza C-302/07 del 05 marzo 2009, ha stabilito che gli Stati membri possono adottare i criteri ritenuti più adatti, purché vengano rispettati i principi della neutralità e della proporzionalità.
Sempre secondo questa sentenza, uno stesso Stato membro potrebbe prevedere che i contribuenti tenuti all’emissione della fattura effettuino un arrotondamento per difetto, a differenza di quanto previsto per i contribuenti che vendono beni e servizi il cui prezzo è comprensivo dell’IVA: in questa ipotesi, sempre secondo la Corte, non verrebbe violato il principio di neutralità.

Peeplo Search

Vuoi inserire la Search di Peeplo sul tuo sito ?

Provala subito!