Fac simile fattura pro-forma

Un esempio di fattura pro-forma

fattura pro-formaRiportiamo di seguito un esempio di fattura pro-forma emessa da un professionista.
Sulla fattura pro-forma devono essere indicate le somme dovute dal cliente al professionista e deve essere espressamente indicato che il documento non costituisce fattura .

Per quanto riguarda la numerazione del documento, la fattura pro-forma segue una propria numerazione che non ha nulla a che vedere con quella relativa alle fatture emesse.

(Dati dell’emittente)
Cognome e Nome
Via….. n….
CAP …. – Città…..
Partita IVA…………………
Codice fiscale……………………..

(Dati del cliente)
Spett.le Ditta/Ragione o Denominazione sociale……….
Via….. n….
CAP …. – Città…..
Partita IVA…………………

Fattura pro-forma n….. del ………

Compensi per………………………………….. (A)
Imponibile IRPEF ………………………………(B)
Cassa di Previdenza e Assistenza (2% di B) …………………….(C)
Imponibile IVA (B + C)………………………………….(D)
IVA 20% (20% di D) …………………………..(E)
Totale (D + E )………………………………….(F)
Ritenuta IRPEF (20% di B)…………………….(G)
Netto da pagare (F – G)…………………………(H)

Il presente documento non costituisce fattura valida ai sensi dell’art.21 del Dpr 633/72. Contestualmente al pagamento, verrà emessa regolare fattura con evidenziazione dell’IVA.

Leggi anche:
Fattura pro-forma
Fattura: un nome dai molti significati

Peeplo News

Attualità e Notizie su Peeplo News.

Cercale ora!