Questo sito contribuisce alla audience di

Il deflatore del PIL

Una misura dell’inflazione può essere il deflatore del PIL. L’inflazione, infatti, è l’aumento diffuso e generalizzato del livello dei prezzi. Il deflatore del PIL è un numero indice[...]

deflatore del PIL Una misura dell’inflazione può essere il deflatore del PIL. L’inflazione, infatti, è l’aumento diffuso e generalizzato del livello dei prezzi.

Il deflatore del PIL è un numero indice (cioè che esprime un rapporto) calcolato a partire dalla distinzione tra PIL nominale (cioè PIL a prezzi correnti) e PIL reale (cioè PIL a prezzi costanti).

Poichè il PIL reale misura esclusivamente le variazioni nella quantità prodotta (al netto delle variazioni dei prezzi), mentre il PIL nominale tiene conto sia delle variazioni nella quantità prodotta che delle variazioni dei prezzi, il rapporto tra PIL nominale e PIL reale è una misura della variazione dei prezzi.

Infatti, il PIL nominale si può teoricamente considerare come il PIL reale moltiplicato per il livello dei prezzi.

PIL nominale = PIL reale x Prezzi

Pertanto, il rapporto tra il Pil nominale e il Pil reale è una misura (indiretta) del livello dei prezzi. Questa misura si chiama deflatore del PIL.

Il deflatore del PIL è un numero indice il cui valore assoluto non ha una grande rilevanza nè un significato economico. Quello che è importante ed utile è il suo tasso di variazione. E’ per questo che solitamente il deflatore del PIL viene espresso in termini percentuali.

Si sceglie un anno come base di riferimento (l’anno a cui si riferiscono i prezzi “costanti” del PIL reale). In quell’anno, per definizione, PIL reale e PIL nominale coincidono (se per esempio scelgo il 1990 come anno-base, è evidente che il PIL nominale sarà calcolato ai prezzi “correnti” del 1995, mentre il PIL reale sarà calcolato ai prezzi “costanti” dell’anno-base, cioè sempre del 1995). Di conseguenza, poichè PIL nominale e PIL reale coincidono, il deflatore del PIL dell’anno base è pari a 1 (o, per comodità, pari a 100).

Il deflatore del PIL è spesso interpretato come una media ponderata di tutti i prezzi dei beni finali (i beni che rientrano nel calcolo del PIL, sono quindi esclusi tutta una serie di beni intermedi, per esempio), ciascuno “ponderato”, cioè “pesato” per la quantità.

LINK UTILI
> Grandezze nominali e grandezze reali
> PIL nominale e PIL reale
> Cos’è l’inflazione
> Come si misura l’inflazione

Ultimi interventi

Vedi tutti