Questo sito contribuisce alla audience di

Il consumo nella domanda aggregata

Il consumo è una delle componenti fondamentali della domanda aggregata. Esso dipende principalmente dal reddito disponibile delle famiglie.

Consumo In un semplice modello macroeconomico, i cui soggetti sono le famiglie, le imprese, la pubblica amministrazione e il resto del mondo (settore estero), la domanda aggregata è sintetizzabile nell’equazione:

D = C + I + G + (X - M)

Il primo componente di questa equazione della domanda aggregata è il consumo.

Il consumo è la domanda di beni di consumo (pane, pasta, riso, frutta, verdura, biglietti del cinema, abbigliamento, ecc…) effettuata dalle famiglie per soddisfare i propri bisogni.

Molti sono i fattori che influsicono sulle scelte di consumo delle famiglie e sull’ammontare di tale domanda. Normalmente, si riconosce nel reddito disponibile il fattore principale (seppure non l’unico!) che determina il livello dei consumi.

Le famiglie, infatti, posseggono i fattori produttivi (soprattutto il lavoro), che “vendono” alle imprese in cambio di una remunerazione (reddito). Percependo questo reddito (al netto delle tasse) le famiglie decidono di utilizzarne una parte per l’acquisto di beni e servizi (consumo) e di risparmiare la parte non utilizzata.

Il consumo, quindi, dipende in modo significativo dal reddito disponibile, cioè il reddito che le famiglie percepiscono dalle imprese come remunerazione dei fattori produttivi più gli eventuali trasferimenti ricevuti dallo Stato sotto forma di sussidi o incentivi e al netto dei tributi versati allo Stato.

Il reddito disponibile è quindi il reddito netto che le famiglie hanno effettivamente a disposizione per il consumo.

Il consumo è una funzione del reddito disponibile. E’ infatti abbastanza intuitivo comprendere che all’aumentare del reddito disponibile aumenta anche la spesa per consumi delle famiglie.
In formule, si indica:

C = c (Yd)

Questa notazione indica semplicemente che il consumo è funzione del reddito disponibile.

—————————-

PER APPROFONDIRE

> La domanda aggregata

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati