Questo sito contribuisce alla audience di

Misurare la qualità della vita

Il Sole 24 Ore propone una classifica sulla qualità della vita nelle città italiane nel 2010.

Qualità della vitaDa alcuni tempi si è a caccia di “misuratori di felicità“.

Alcuni capi di stato e di governo hanno recentemente riportato nuovamente sulle pagine dei giornali le critiche a indicatori “tradizionali” quali il PIL, accusandoli di incapacità nel cogliere la “reale felicità” di un paese.

Molto spesso, si pretende da questi indicatori qualcosa che non compete loro, che non li riguarda. Infatti, ben pochi economisti pretenderebbero di misurare la felicità delle persone (esclusivamente) dal livello del PIL della loro nazione.

E’ evidente che la “felicità” e la “qualità della vita” sono concetti molto ampi e complessi, in cui l’aspetto economico è solo uno dei molteplici elementi, che spesso non sono nemmeno di facile misurazione, nonostante non manchino tentativi più o meno efficaci.

In ogni caso, in mezzo a queste discussioni che periodicamente ritornano, Il Sole 24 Ore ha predisposto un dossier in cui presenta una serie di indicatori e di dati statistici per stilare, in una operazione effettuata ormai da molti anni, una “classifica di vivibilità” e della “felicità degli abitanti” di tutte le principali città italiane.

Sul sito del Sole24Ore è consultabile la tabella completa, che vede Bolzano e Trento in testa alla classifica 2010, mentre Napoli per la prima volta finisce in coda.

————————-

LINK CORRELATI:

> La crisi finanziaria irlandese
> Il salvataggio della Grecia
> Il Comitato Europeo di vigilanza sui rischi sistemici
> Stress test per le banche
> Cos’è il debito pubblico?
> Avanzo e disavanzo pubblico
> Il PIL e la sua misurazione

Ultimi interventi

Vedi tutti