Questo sito contribuisce alla audience di

Definizione di libro digitale (e parole per dirlo)

Per libro elettronico s’intende una pubblicazione dematerializzata e in formato digitale che conservi in massima parte gli elementi strutturali e rappresentativi dell’oggetto “libro”. Il libro[...]

Disegno di Roland ToporPer libro elettronico s’intende una pubblicazione dematerializzata e in formato digitale che conservi in massima parte gli elementi strutturali e rappresentativi dell’oggetto “libro”.
Il libro elettronico si presenta quindi dal punto di vista visivo con il medesimo assetto grafico di un libro su carta (copertina, titolo, impaginazione coerente, ecc.) e con un’analoga unità d’insieme per ciò che concerne forma e contenuto.

Il digitale, peraltro, pur perdendo la materialità tattile della carta, consente soluzioni rappresentative del tutto peculiari, come ad esempio la creazione di ipertesti letterari – caratterizzati dalla possibilità di una lettura non lineare, personalizzabile e agganciata a fonti digitali esterne al libro – nonché all’implementazione, all’interno stesso del libro elettronico, di elementi multimediali (brani audio, video, ecc.).

Ormai, sia nel linguaggio tecnico che in quello comune, il libro elettronico viene indicato con un’abbreviazione delle parole inglesi electronic book, scritta indifferentemente in tre modi diversi: eBook, e-book, ebook.

A tal proposito, ricordiamo che, in italiano, le parole straniere entrate nell’uso comune conservano al plurale la loro forma singolare invariata. Per cui, nella nostra lingua, si scriverà correttamente “gli e-book” e non “gli e-books”, quindi senza il morfema -s richiesto dall’inglese. Accademia della Crusca docet.