Questo sito contribuisce alla audience di

Gli eBook e il formato ePub: l’open source alla riscossa

Lo standard ePub (acronimo che sta per electronic Publication) è un formato open source basato sui linguaggi CSS, XML e XHTML sviluppato specificamente per la pubblicazione di libri elettronici. Dal 2007[...]

Interfaccia grafica del software SigilLo standard ePub (acronimo che sta per electronic Publication) è un formato open source basato sui linguaggi CSS, XML e XHTML sviluppato specificamente per la pubblicazione di libri elettronici. Dal 2007 è lo standard ufficiale dell’International Digital Publishing Forum (IDPF), organismo internazionale per lo sviluppo delle pubblicazioni digitali e per una loro regolamentazione condivisa a livello mondiale.

La qualità maggiore dell’ePub, oltre al fatto di essere un formato open e libero, è la sua capacità di adattarsi in automatico alle caratteristiche del dispositivo di visualizzazione ingrandendo o rimpicciolendo il carattere del testo senza modificare sostanzialmente il layout del documento (ciò che in gergo tecnico si definisce reflow).
Di contro, l’ePub non consente ancora delle strutturazioni grafiche complesse come il pdf, salvo beninteso con interventi sul codice di singole parti del documento, ma si avvia a rapidi miglioramenti e ad una massiccia diffusione.

Un e-book in formato ePub può essere letto con Adobe Digital Editions, giunto alla versione 1.7.2 e scaricabile gratuitamente in italiano, nonché su iPad con l’accoppiata iTunes/Calibre e su iPhone e iPod Touch grazie a Stanza, tutti programmi disponibili peraltro anche per desktop Mac, Pc e, limitatamente a Calibre, per sistemi GNU/Linux.
Una panoramica piuttosto ampia sui lettori software di ePub, con tanto di test, voti e note critiche, la si può leggere in inglese sul portale Jedisaber.

Per creare invece un ePub – se non avete sottomano Adobe Indesign CS5 o CS4, l’unico software proprietario per il desktop publishing che consente di salvare i documenti direttamente in ePub (ma solo dalla versione 6.0.2!) – potete sempre utilizzare il programma open source e multipiattaforma Sigil [vedi foto], che consente di creare degli e-book in tale formato a partire da file html e txt.
E proprio su Sigil torneremo prossimamente con un tutorial specifico.