Questo sito contribuisce alla audience di

Il codice QR e gli ebook: un'alternativa open source all'ISBN

Sarà già capitato alla stragrande maggioranza dei miei lettori d’imbattersi in un codice QR, ossia in uno strano quadrato bianco con all’interno un numero imprecisato di pixel neri. Ebbene, si[...]

Un esempio di codice QRSarà già capitato alla stragrande maggioranza dei miei lettori d’imbattersi in un codice QR, ossia in uno strano quadrato bianco con all’interno un numero imprecisato di pixel neri.
Ebbene, si tratta di un codice a matrice, ossia di un codice a barre bidimensionale, creato nel 1994 dalla società nipponica Denso Wave e che consente la codifica di testi numerici, alfanumerici, binari e kanji (i caratteri giapponesi).

L’acronimo QR sta per Quick Response (“risposta rapida”), in quanto è stato pensato e sviluppato come codice di facile e veloce decodifica.
Ormai in Giappone è usatissimo, non solo in ambito industriale, e si va rapidamente diffondendo in tutto il mondo, essendo peraltro licenziato come open source.
Sempre più numerosi sono infatti i biglietti da visita, le etichette, i gadget, i siti web che lo implementano.
E basta avere un dispositivo mobile di ultima generazione, con installato un lettore di codice, per decodificarne facilmente il contenuto (che può essere la descrizione di un articolo, un recapito, un indirizzo web, ecc.).

Sull’argomento, un bel sito è sicuramente Mobile.Barcode.com, dove trovate un generatore on line di codice QR e una sezione dedicata ai lettori e al software di decodifica. Potete quindi divertirvi a convertire in QR i dati del vostro biglietto da visita, l’indirizzo del vostro blog, oppure installare sul vostro dispositivo portatile un reader per decifrare tutti i codici QR che vi capitassero a tiro.

Per ciò che concerne l’ambito dell’editoria digitale e la realizzazione di ebook, il codice QR può essere usato opportunamente per sostituire l’ISBN e il relativo codice a barre, potendo integrare al suo interno svariate informazioni testuali su autore, titolo, editore, anno di edizioni, link relativi sul web, ecc. ecc.
La differenza sta nel fatto che l’International Standard Book Number è un numero che identifica a livello internazionale in modo univoco e duraturo, secondo una precisa codificazione, un titolo o una edizione di un titolo di un determinato editore, mentre il codice QR ha un valore solo descrittivo e informativo, potendo però variare enormemente la combinazione delle informazioni codificate.
Un esempio di codice QR applicato ad un ebook lo trovate qui, in ultima pagina.