Questo sito contribuisce alla audience di

Il pionieristico Progetto Gutemberg: 30.000 ebook gratuiti on line

Uno dei pionieri assoluti dell’eBook è sicuramente l’americano Michael Hart, che nel lontano 1971 ebbe la brillante idea di convertire in un formato elettronico libri non sottoposti a copyright o i[...]

Il logo del Project GutembergUno dei pionieri assoluti dell’eBook è sicuramente l’americano Michael Hart, che nel lontano 1971 ebbe la brillante idea di convertire in un formato elettronico libri non sottoposti a copyright o i cui diritti di sfruttamento economico fossero ormai spirati, in modo da creare una vera e propria biblioteca digitale.

Hart fu uno dei primi, fortunati utenti universitari di ARPAnet, la prima rete tra computer creata dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, il cui sviluppo avrebbe poi portato nel 1983 alla nascita di Internet.

È in tale ambiente, dunque, che nasce e prende forma l’idea di Hart e ciò che diverrà il Project Gutemberg, organizzazione senza scopo di lucro riconosciuta legalmente nell’anno 2000 e che ha digitalizzato e messo on line finora circa 30.000 testi in almeno 59 lingue e dialetti.

I libri elettronici presenti sul portale di Gutemberg sono prevalentemente in html e txt, ma non mancano i nuovi formati ePub, Mobypocket (per BlackBerry, PalmOS e Symbian) e QiOO (per dispositivi mobili che supportano i programmi Java standard).

Il catalogo presenta anche alcune decine di testi in italiano, per lo più classici e opere dei secoli scorsi, e non mancano alcune curiosità, come una incredibile traduzione in friulano della Divina Commedia e Il Pastor Fido (1580 ca.) di Giovanni Battista Guarini in versione napoletana!

Dopo la rivoluzione epocale del 1450, dovuta all’invenzione della stampa a caratteri mobili da parte del tedesco Johannes Gutemberg, fondamento dell’editoria moderna e della riproducibilità del libro in ampie tirature su supporto cartaceo, possiamo affermare senza tema di smentite che il lavoro seminale di Hart è tra le basi di quella che può essere considerata la rivoluzione editoriale prossima ventura, basata sulla diffusione di massa del libro digitale.