Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

« precedenti 10 | prossimi 10 »
  • L’Anoressia “In Tempo reale”

    La trasmissione di Odeon Tv affronta l’argomento insieme agli esperti dell’ABA.

  • “Orfunny”

    Sabato 28 giugno alle ore 21.00 Animanera, con la partecipazione dell'ABA, porta in scena a Milano “Orfunny”.

  • Codice Etico per le modelle e i modelli

    È di oggi la notizia dell’istituzione di un Albo per le Modelle e i Modelli, che possa garantire il rispetto del Codice Etico, offrire sicurezza, garanzia a livello fiscale, rispetto alla legge sul Testo Unico e Pulizia dell’immagine del Settore.

  • “Barbie-turici”

    Wannabee Gallery e ABA associazione per lo studio e la ricerca su anoressia, bulimia, obesità e disordini alimentari presentano “Barbie-turici” collettiva di fotografia

  • Primo Progetto nazionale di prevenzione sui disordini alimentari

    All’indomani della presentazione presso la sede del Ministero per le Politiche Giovanili e le Attività Sportive (POGAS) le realtà da sempre impegnate nello studio, nella ricerca e nella cura dei Disordini Alimentari si dicono soddisfatte per l’avvio del primo vero progetto nazionale di prevenzione dei disordini alimentari e dell’immagine corporea.

  • “Il confine tra anima e corpo. Anoressia, bulimia e obesità”

    Mostra d'arte e incontri a tema "Dialoghi sul confine tra anima e corpo" dall'8 al 16 marzo 2008 presso il Castello del Cassero - Comune di Camerata Picena.

  • “È Chiaro?”

    Una puntata del programma di e con Claudio Lippi dedicata al rapporto col cibo. Con la partecipazione dell’Associazione ABA

  • Il digiuno dell’anima

    L’ABA invita tutti alla presentazione del libro "Il digiuno dell’anima" per parlare insieme con l’autore Pierluigi Panza di anoressia e disordini alimentari

  • I mercoledì dell’ABA

    Ciclo di conferenze serali

  • LA BAMBINA CON LA PELLICCIA (Di anoressia si può guarire)

    Fabiola De Clercq, Presidente e Fondatrice dell’ABA, è stata prima bulimica, poi anoressica. È guarita ed ha deciso di raccontare la sua storia per aiutare le migliaia di malate e malati segreti che, rifiutando di parlarne, non riescono a trovare la via di salvezza.

Le categorie della guida