Questo sito contribuisce alla audience di

Il Papa e il digiuno per la pace

Negli ultimi anni, Giovanni Paolo II ha indetto per quattro volte giornate di digiuno per la pace nel mondo.

Giovanni Paolo II, che ha assunto l’ enciclica Pacem in terris di Giovanni XXIII quale impegno permanente per realizzare i suoi orientamenti pontificali, negli ultimi anni ha indetto per quattro volte giornate di digiuno per la pace:

il 10 gennaio del 1993, per la pace nei Balcani;
il 21 gennaio 1994, per la pace nei Balcani;
il 14 dicembre 2001, in seguito all’attentato alle Torri Gemelle;
il 5 marzo 2003, per la pace non solo per il mondo intero, ma con particolare impegno per l’Iraq e la Terra Santa .

Il Pontefice è convinto che la pace sia il risultato di una lotta in ciascuna persona e nel confronto tra persone, popoli e chi li rappresenta sul piano politico.

Il Pontefice ha spiegato che il digiuno fisico e ancor più interiore aiuta a comprendere meglio le difficoltà e le sofferenze di tanti nostri fratelli e sorelle oppressi dalla fame, dalla miseria e dalla guerra , al fine di stimolare un concreto movimento di solidarietà e di condivisione con chi si trova nel bisogno .

Le categorie della guida