Questo sito contribuisce alla audience di

Il latte, il nostro primo alimento

Il latte è il primo, e per molto tempo anche l'unico, alimento liquido che hanno a disposizione i piccoli dei mammiferi dopo la nascita.

Il latte è una bontà,
bevine ogni giorno in grande quantità!
Derivano dal latte
lo yogurt ed il gelato,
il burro, la panna
e il formaggio prelibato!

Il latte è un alimento specie-specifico: ogni mammifero produce un latte adatto alle esigenze dei propri piccoli.

Il colostro è il primo liquido secreto dalla ghiandola mammaria subito dopo il parto: denso e di colore giallognolo, è indispensabile al piccolo per le sue funzioni sia nutritive che immunitarie.

Secondo la legge il latte è il prodotto della mungitura regolare, completa e ininterrotta della mammella di bovine che si trovino in buono stato di salute e di nutrizione e che non siano affaticate dal lavoro.

Dal punto di vista chimico-fisico il latte è un’emulsione di acqua e di grassi contenente protidi, glicidi, sostanze azotate, vitamine, sali minerali ed enzimi, in proporzioni variabili a seconda delle specie che lo ha prodotto e, per gli animali della stessa specie, a seconda della razza, dell’età, della fase di lattazione, dello stato di salute e delle tecniche di alimentazione e di allevamento.

Il latte che ha subito almeno un trattamento termico o altro trattamento equivalente può essere classificato come intero, parzialmente scremato, scremato, concentrato, in polvere, industriale.

Le micelle caseiniche disperse nel latte, per azione enzimatica, per acidificazione o per riscaldamento, si aggregano tra loro coagulando: questo processo porta alla formazione della cagliata, la prima fase della preparazione del formaggio.

Dalla lavorazione del latte si ricava una serie di sottoprodotti, quali il latticello ed il siero, utilizzati per l’alimentazione animale.

Una tazza di latte fornisce circa 160 calorie.

Il latte fresco pastorizzato di Alta Qualità è il migliore per il consumo quotidiano: la sua produzione richiede tecniche di allevamento e di lavorazione avanzate che coinvolgono la selezione, lo stato di salute e la corretta alimentazione delle vacche, l’igiene delle stalle, le condizioni di mungitura, la raccolta e la distribuzione, la struttura della centrale di lavorazione, i trattamenti termici ed il confezionamento.

In Italia la produzione di latte è deficitaria ed elevate sono le importazioni; il consumo di latte è notevolmente inferiore rispetto a quello di tutti gli altri Stati europei.

Le categorie della guida