Questo sito contribuisce alla audience di

Andrè Simoneton e gli alimenti

Andrè Simoneton classifica gli alimenti in base alla loro vitalità.

Un potere che ha effetto sulla vita,
ma che è invisibile, senza peso,
senza forma, senza consistenza,
come può essere lo spirito dell’alimento.
Questo spirito è conferito
alla sua esistenza attiva e non ancora degradata,
dallo stato elettromagnetico in cui si trova
e da mille altri elementi ancora ignoti
e forse inconoscibili.
Tutto questo conferisce l’anima agli alimenti
che tanto differiscono dalle cose inerti ed inanimate.
Giuseppe Tallarico

L’Ingegnere francese Andrè Simoneton scoprì che un corpo sano emette delle radiazioni di 6500 Angstroms.

Per conservarsi in uno stato di buona salute occorre mantenere costante tale livello di vibrazioni, utilizzando sia le radiazioni cosmiche, telluriche, alimentari.

Simoneton classificò gli alimenti in tre gruppi:

morti: cibi conservati, margarine, pasticceria industriale, alcool, liquori, zucchero bianco o grezzo con (radiazioni pressoché nulle);
inferiori: carne, salumi, uova non fresche, latte bollito, caffè, the, cioccolato, marmellate, formaggi, pane bianco (radiazioni inferiori a 3000 Angstroms);
superiori o sani: frutta fresca, matura e non cotta, e verdura cruda e fresca (radiazioni tra gli 8000 e 10000 Angstroms).La frutta appena colta e ben matura è quella più salutare.
La stagionalità degli alimenti permette di godere appieno della loro carica energetica.

Le categorie della guida