Questo sito contribuisce alla audience di

La Piramide della Dieta Mediterranea

La Piramide della Dieta Mediterranea è una rappresentazione grafica, schematica ed intuitiva, del Modello Alimentare Mediterraneo.

La Piramide della Dieta Mediterranea è una rappresentazione grafica, schematica ed intuitiva, del Modello Alimentare Mediterraneo.

È costituita da sei sezioni contenenti vari gruppi di alimenti: ciascun gruppo deve essere presente nella dieta in modo proporzionale alla grandezza della sezione che lo rappresenta.

La base è occupata da pane, pasta, riso e altri cereali, tuberi;
al di sopra si trova una fascia occupata in ugual misura da ortaggi e frutta;
al di sopra ancora, sempre in ugual misura, legumi, carne, pesce ed uova e latte e derivati;
all’apice della piramide ci sono grassi e dolci.

In pratica, il modello della piramide prevede un contributo calorico coperto:

al 55/60% da carboidrati provenienti da cereali, tuberi, frutta, ortaggi;
un consistente apporto di fibre vegetali provenienti da ortaggi, frutta, legumi;
un apporto calorico del 10/15% da proteine provenienti da legumi, latte e derivati, pesce, uova, carne;
il restante 30% da grassi (privilegiando l’olio extravergine di oliva).

La raccomandazione basilare è di variare spesso, in quanto:
- nessun alimento, preso singolarmente, è in grado di soddisfare tutte le esigenze del nostro corpo;
- nessun cibo è, di per sé, indispensabile e può essere sostituito da altri con caratteristiche analoghe.

La frequenza di consumo degli alimenti è:

quotidiana per cereali, frutta, verdura, legumi, noci, olio di oliva, formaggi e latticini;
settimanale per pesce, pollame, carni bianche, uova, dolci;
mensile o più spesso, ma in piccole dosi: carne rossa (bovina, ovina, suina, equina, fresca o conservata).
La Piramide raccomanda di svolgere attività fisica tutti i giorni con assunzione regolare di molta acqua e di vino con parsimonia (solo per gli adulti e tassativamente durante i pasti).

Le categorie della guida