Questo sito contribuisce alla audience di

"Mamma, dalle tutto ma non darle troppo"

È lo slogan della campagna di comunicazione Corretta alimentazione e promozione dell'attività fisica del Ministero della Salute.

 

 

 

 

“Mamma, dalle tutto ma non darle troppo” è lo slogan della campagna di comunicazione Corretta alimentazione e promozione dell’attività fisica promossa dal Ministero della Salute.

Le due tematiche, l’alimentazione e il movimento, sono trattate congiuntamente come elementi complementari di una consapevole scelta di vita.

È importante seguire un’alimentazione varia, bilanciata e sana.

È basilare condurre una vita dinamica, non sedentaria.

I consigli utili per tutti

Non esistono diete miracolose che sortiscono effetti rapidi senza impegno.
La dieta migliore è quella che prevede un’ottimale proporzione dei vari nutrienti.
Nessun alimento è colpevole o innocente, anche se alcuni quali quelli ricchi di grassi, di zucchero e di amidi (detti ad alta densità energetica) sono più calorici di altri: quello che importa è il bilancio calorico.
Se ingerisci più calorie di quante ne spendi, il peso corporeo aumenta.
Devi quindi sapere quante calorie sono contenute nel cibo che ingerisci giornalmente.
Il modo più semplice di monitorare il bilancio calorico è quello di monitorare il peso corporeo una volta la settimana.
Più precisa è la misura dell’Indice di Massa Corporea (dato dalla formula peso in kg/altezza in metri al quadrato) che idealmente deve essere compreso tra 21 e 23 e comunque non superare 25.
È buona regola ritenere che nell’età adulta il peso corporeo non debba crescere più di 5 kg.
Utile è anche la misura del girovita che non deve superare 102 cm nell’uomo e 88 cm nella donna. 
È assolutamente necessario fare esercizio fisico aerobico di intensità almeno moderata (camminare, pedalare) per almeno 60 minuti al giorno, al fine di prevenire alterazioni metaboliche e cardiovascolari: risultati migliori si possono ottenere con attività fisica più intensa.
Non saltare alcuno dei tre pasti principali, ma ricorda che è importante non mangiare o bere bibite fuori pasto, che le porzioni debbono essere piccole e che frutta e verdura non devono mai mancare sulla tavola e devono costituire la maggior parte del pasto (non meno di 400 g. al dì. Attenzione: la categoria dei tuberi, come le patate, non può essere considerata verdura).
Riduci drasticamente il consumo di zucchero e di sale.
Non assumere farmaci prima di aver modificato i tuoi stili di vita e solo su indicazione del tuo medico.

Le categorie della guida