Questo sito contribuisce alla audience di

Da Noè alla nostra tavola

Le origini del vino si confondono con la leggenda: si narra che Noè, dopo aver salvato una pianta di vite, decise di portarla sull'Arca.

Le origini del vino si confondono con la leggenda: si narra che Noè, dopo aver salvato una pianta di vite, decise di portarla sull’ Arca.

I primi cenni di coltivazione della vite, si hanno nel 6000 e il 4000 a.C. nelle regioni montuose del Mar Nero e del Mar Caspio.

Furono i Fenici ed i Greci a portare successivamente il vino in Europa, ed i Romani a sviluppare nuove tecniche di coltivazione, produzione e conservazione.

I vasi, e anfore di terra cotta, vennero pian piano rimpiazzati da barili di legno.

Nel medioevo, i monaci benedettini erano famosi per la produzione di vino, e lo spirito di competizione tra i vari monasteri, li spingeva ad una continua evoluzione dell’arte vinicola.

Un monaco bendettino, Dom Perignon, riuscì ad ottenere un ottimo vino, che non riusciva però, ad avere una fermentazione stabile, tramutandosi così, in spumante.

Continua la lettura al primo link segnalato.

Le categorie della guida