Questo sito contribuisce alla audience di

L’obesità si previene nel pancione

L'obesità infantile si combatte sin dalle prime fasi della gravidanza: i consigli dell'Accademia Internazionale di Pediatria.

L’Accademia Internazionale di Pediatria avverte: l’obesità infantile si combatte sin dalle prime fasi della gravidanza, già a partire dal grembo materno.

Manuel Castello, responsabile dell’Accademia, fornisce basilari consigli strategici:

non ingrassare più di 9/10 chili;
durante la gestazione, seguire uno stile alimentare poco calorico;
a partire dal terzo trimestre, momento delicato dello sviluppo metabolico del bambino, consumare abbondante frutta e verdura, preferire le farine integrali e sostituire lo zucchero raffinato con il miele grezzo.
Nel complesso, condurre una vita sana ed una dieta equilibrata.

Uno dei maggiori investimenti per il corretto sviluppo del neonato è l’allattamento al seno fino ad oltre il sesto mese di età: il latte materno contiene, infatti, preziosissime sostanze nutritive

e la suzione al seno consente al bambino di utilizzare le sue riserve energetiche.

Il latte materno possiede diverse sfumature di sapore e ciò contribuisce a far sì che il bambino si abitui sin da piccolo ai diversi sapori e a non manifestare intolleranze alimentari.

Castello ha sottolineato che:

soltanto l’1% dei bambini che nel mondo occidentale sono obesi o in soprappeso lo sono a causa di una predisposizione genetica;
il restante 99% assume tale condizione a causa di una dieta scorretta, della pigrizia e di un comportamento alimentare materno.
(MFL Comunicazione, da Paginemediche.it del 29 dicembre 2004)

Le categorie della guida