Questo sito contribuisce alla audience di

Tutto il pane del mondo

Cronaca di una vita tra anoressia e bulimia.


Il cuore batte troppo forte…
ma intanto mangio ancora…
Forse mi sto solo tappando la bocca
per non chiedere aiuto,
per non scoppiare in un pianto interminabile
che nessuno potrebbe interrompere.
Un pianto represso da anni,
tutto il dolore e la rabbia
che non ho mai potuto esprimere.
Fabiola De Clercq

Tutto il pane del mondo di Fabiola De Clercq, edizioni Bompiani, Milano, è la coraggiosa cronaca di una vita trascorsa tra anoressia e bulimia, uno sconcertante documento sui disagi del vivere.

L’anoressia e la bulimia riconoscono un’unica origine: l’impossibile desiderio di “divorare tutto il pane del mondo”.

L’autrice è guarita e ha deciso di raccontare la sua storia per aiutare le migliaia di malate e malati segreti che non riescono a trovare la via di salvezza.

Fabiola De Clercq è nata a Bruxelles, ma da sempre vive in Italia, prima a Roma e da dieci anni a Milano.

Ha pubblicato quattro libri:

nel 1990, Tutto il pane del mondo (tradotto in tedesco, spagnolo e giapponese, oggi alla diciassettesima edizione);
nel 1995, Donne invisibili (quattro edizioni);
nel 1998, Fame d’amore;
nel 2004, Mamì Marrakech.
Nel 1991 ha fondato l’ABA, l’Associazione per lo studio e la ricerca sull’anoressia, bulimia e l’obesità, la prima realtà italiana impegnata a ridurre la distanza tra le persone che soffrono di questi disagi e le strutture specifiche deputate alla cura.

Le categorie della guida