Questo sito contribuisce alla audience di

"Folle esaltazione dell'anoressia"

L’articolo apparso mercoledì 1 giugno a pagina 21 su Repubblica segnala l’esistenza di numerosi siti pro-anoressia in America.

Le persone che organizzano questi siti
sono malate, anche di anoressia,
e contrabbandano con una modalità perversa
l’anoressia come stile di vita,
come ideologia o religione.

L’articolo apparso mercoledì 1 giugno a pagina 21 su Repubblica segnala l’esistenza di numerosi siti pro-anoressia in America.

Questi siti, com’è evidente, esaltano quella che è una grave patologia, prima causa di morte tra le malattie psichiatriche codificate dal DMS-IV.

Non tengono naturalmente conto degli effetti collaterali che questa patologia produce sul corpo dall’infanzia all’età matura.

Nel 37% dei casi l’anoressia si alterna con la bulimia.

Il soggetto, a rischio di vita, con perdita di peso fino al 40%, rischia l’arresto cardiaco e il blocco renale.

Questi ammalati perdono capelli e denti, sono soggetti a calcoli renali e alle ghiandole salivari, ad ulcerazioni dell’esofago, gastriti, coliti, arresto delle funzioni della fertilità (amenorrea) nelle donne e a gravi forme di osteoporosi permanenti.

Le persone che organizzano questi siti sono malate, anche di anoressia, e contrabbandano con una modalità perversa l’anoressia come stile di vita, come ideologia o religione.

L’esaltazione che è propria di questa patologia, non può quindi nominare la via della psicoterapia e della guarigione.

L’ABA, Associazione per lo studio e la ricerca sull’anoressia la bulimia e l’obesità, accoglie da 15 anni migliaia di ammalati di anoressia e bulimia insieme alle loro famiglie proponendo un approccio psicoterapico mirato riconosciuto, che produce guarigioni e scelte di vita creative, scollando i soggetti da un progetto mortifero.

ABA è un’associazione senza scopo di lucro che svolge le proprie attività solo grazie alle quote associative dei propri Soci e alla generosità dei propri sostenitori.

Per sostenerla è possibile fare un versamento sul c/c postale n. 23522204 intestato ad ABA - Associazione per lo studio e la ricerca sull’anoressia, la bulimia, l’obesità e i disordini alimentari, o una donazione on-line sul sito internet www.bulimianoressia.it.

Comunicato stampa 1 giugno 2005

Per informazioni:

Ufficio Stampa ABA:

Tel. 02.29000226 – fax 02.29006988

Emanuela Angelini

emanuela.angelini@bulimianoressia.it

www.bulimianoressia.it

Le categorie della guida