Questo sito contribuisce alla audience di

Limone e aceto per sedurre

Addio a champagne e ostriche: per sedurre si torna alla semplicità di ricette rapide e gustose.

Il cibo è un piacere,

che aiuta anche il piacere.

Ovidio nella sua Ars Amatoria (8 a. C.) inserisce una lista di cibi afrodisiaci; il Kamasutra sostiene che sono sei le fonti della gioia: il fuoco dell’amore ardente, abbondanza di seme, vicinanza della persona amata, bellezza del viso, cibi eccitanti, contatto fisico.

In declino il mito del caviale e dell’aragosta, delle ostriche e dello champagne, l’ultimo grido per sedurre è la semplicità: i veri ingredienti afrodisiaci, spiegano i più illustri chef, sono il limone e l’aceto: aspro il primo, profumato il secondo, freschi, aromatici, in grado di stimolare i sensi.

Chef appartenenti alle più prestigiose accademie internazionali di alta gastronomia indicano il menu per una cena all’insegna della seduzione in vista delle calde notti estive.

Gli ingredienti?

Pesce, verdure di stagione, e, naturalmente, una spruzzata di limone o di aceto, per una cena da preparare in soli trenta minuti, dall’antipasto al dolce.

“Il menù ideale della seduzione - sottolinea il famoso chef Luciano Carrara - consiste in un antipasto a base di gamberi e asparagi in salsa rosa. Meno di venti minuti per un piatto di grandissimo effetto. È infatti sufficiente lessare gli asparagi e i gamberi che andranno poi posizionati a formare una stella sul piatto”.

Le categorie della guida