Questo sito contribuisce alla audience di

Conversando con Francesco Serra

Francesco Serra, presidente del Consorzio Tutela Mozzarella di Bufala Campana Dop, esprime il proprio parere sul rinnovo delle cariche alla Camera di Commercio di Caserta.

La nostra aspirazione

è quella di offrire a questa provincia

un’occasione di crescita in più,

sviluppando sinergie

tra l’opera di indiscusso valore promozionale

che svolge la Camera di Commercio

sui mercati nazionali ed esteri

e l’operato del Consorzio Tutela.

Francesco Serra

Il Consorzio Tutela Mozzarella di Bufala Campana Dop interviene sul rinnovo delle cariche alla Camera di Commercio di Caserta.

“Nei mesi scorsi abbiamo lavorato d’intesa con l’Unione Industriali di Caserta al fine di costituire una sezione lattiero casearia all’interno dell’organizzazione degli industriali - ricorda Francesco Serra, presidente del Consorzio Tutela - e dai lavori di costituzione della sezione merceologica emerse l’esigenza di candidare alla sezione prodotti tipici dell’ente camerale un autorevole rappresentante della filiera bufalina”.

Attualmente, da quanto è dato sapere, ben due organizzazioni agricole (Cia e Coldiretti), sostengono Gustavo Ascione nella conquista della presidenza dell’ente camerale.

”E queste due organizzazioni agricole si apprestano ad avallare la candidatura alla sezione prodotti tipici di un imprenditore - dice Serra - che però nulla ha a che vedere con il mondo dell’agricoltura e della trasformazione agroalimentare dei prodotti tipici di questa terra”.

Il tutto in una provincia, quella casertana, che rappresenta il 50% della produzione di Mozzarella di Bufala Campana Dop, che è il quinto prodotto Dop per fatturato su ben 150 marchi a denominazione di origine in Italia.

Per il Consorzio Tutela, il concretizzarsi di una tale eventualità rappresenterebbe un fatto quantomeno increscioso: ”Basta ricordare che nella giunta della Camera di Commercio di Salerno siedono ben due esponenti della filiera bufalina - afferma Serra - mentre si paventa la possibilità che la provincia a più alta presenza di allevamenti bufalini e caseifici produttori di Mozzarella di Bufala Campana dop finisca con il non avere neppure un rappresentante in seno alla giunta camerale”.

Il Consorzio Tutela infine auspica che il nuovo organo di governo della Camera di Commercio possa ben rappresentare il tessuto produttivo reale della provincia di Caserta.

”La nostra aspirazione - conclude Serra - è quella di offrire a questa provincia un’occasione di crescita in più, sviluppando sinergie tra l’opera di indiscusso valore promozionale che svolge la Camera di Commercio sui mercati nazionali ed esteri e l’operato del Consorzio Tutela, volto alla promozione ed alla tutela in Europa e nel mondo della Mozzarella di Bufala Campana, che è e resta uno degli elementi trainanti dell’economia provinciale ed è oggi più che mai l’unica certezza di reddito per allevatori e imprenditori caseari, grazie alla denominazione di origine protetta”.

Comunicato Stampa del 22 luglio 2005

foto intervento

Le categorie della guida