Questo sito contribuisce alla audience di

Le donne italiane si giudicano in sovrappeso

Per le donne fra i 15 e i 65 anni, il principale complesso è rappresentato dalle gambe e dalle cosce grosse.

 

 

 

 

Più l’ago si sposta indietro,
più io mi sento una donna in gamba,
sicura di me.

L’autostima sembra passi dalla bilancia.

Quella del peso è un’ossessione incontrollabile che colpisce tutte, a prescindere dalla professione.

Il 57% delle donne italiane fra i 15 e i 65 anni dichiara di vedersi troppo in carne: è quanto emerge da un questionario proposto dal settimanale Donna moderna e dall’Osservatorio sull’autostima, iniziativa portata in giro per l’Italia insieme alla linea cosmetica Dove.

Secondo i dati raccolti su oltre mille donne, emerge:

il 18% delle intervistate ammette di non aver mai indossato un abito attillato, perché convinta che non le doni;
il 39% ha smesso di comprarne da quando si è appesantita.
E con la bella stagione i problemi di autostima legati al peso aumentano, in quanto:

il 38% delle intervistate non passeggia mai senza un pareo attorno alla vita;
il 10% non si alza dal proprio lettino perché si vergogna.
A confessare l’imbarazzo nel mostrare il proprio corpo sono soprattutto le giovanissime.

In tema di complimenti:

il 28% delle intervistate, se ne riceve, pensa di aver frainteso;
il 34% non ci crede per partito preso.
Le donne si vedono grasse, dunque, anche quando portano una taglia 42, per non parlare di coloro che indossano una 46!

Le categorie della guida