Questo sito contribuisce alla audience di

La dispensa delle spezie

Le spezie aromatizzano, profumano, colorano e vivacizzano ogni pietanza; pertanto è importante distinguerne le proprietà per utilizzarle al meglio.

Le spezie aromatizzano, profumano, colorano e vivacizzano ogni pietanza; pertanto è importante distinguerne le proprietà per utilizzarle al meglio.

Originarie per la maggior parte dall’Oriente, benché alcune come il peperoncino e la vaniglia provengano dal Nuovo Mondo, le spezie consistono generalmente in radici essiccate, scorza, baccelli o semi di piante aromatiche.

È preferibile acquistarle e conservarle intere macinandole al momento dell’uso; manterranno così a lungo inalterati il gusto e la freschezza.

Ecco un elenco delle principali spezie che non dovrebbero mancare nella vostra dispensa:




































Semi di sedano
SEMI DI SEDANO
Dal sapore amarognolo, si abbinano a piatti a base di uova ed alle insalate








Peperoncino rosso
PEPERONCINO ROSSO
Potere seccare i peperoncini maturi, si conserveranno a lungo; la polvere in commercio spesso contiene altre spezie








Pepe di cayenna
PEPE DI CAYENNA
Viene venduto macinato; da usare con estrema cautela








Pepe
PEPE
E’ certamente la spezia più conosciuta e diffusa; viene consumato sia fresco (pepe verde) che secco. I semi acerbi sono di colore più chiaro (pepe bianco) e sono aromatici e non molto piccanti; maturo assume una colorazione bruna (pepe nero), un sapore più deciso, piccante e meno profumato








Noce moscata
NOCE MOSCATA
Acquistatela intera e grattugiatela solo al momento dell’uso








Semi di papavero
SEMI DI PAPAVERO
I semi bianchi sono un possibile ingrediente del curry; il seme azzurro è invece molto usato in pasticceria e per la preparazione di numerose varietà di pane








Semi di senape
SEMI DI SENAPE
Usati per la preparazione di salse e conserve (celeberrima la Mostarda di Cremona)








Semi di anice
SEMI DI ANICE
Dal marcato aroma di liquirizia, sono ottimi con frutta e insalate o per aromatizzare piatti di carne; possono essere sostituiti dai semi di finocchio e dai semi di aneto, usati anche nella preparazione di verdure sott’olio o sotto aceto








Semi di finocchio
SEMI DI FINOCCHIO
I semi di anice possono essere sostituiti dai semi di finocchio e dai semi di aneto, usati anche nella preparazione di verdure sott’olio








Chiodi di garofano
CHIODI DI GAROFANO
Sono i germogli di un albero sempreverde, utilizzati per piatti al curry, carni tritare e stufate, piatti alla frutta; essenziale nella preparazione del vin brulé








Zafferano
ZAFFERANO
La spezia più costosa, ottenuta dai pistilli di alcune varietà di crocus, è venduta sia in polvere (facile da adulterare) sia in filamenti; prima di utilizzarlo (con parsimonia) sciogliete la polvere o immergete i pistilli in poca acqua tiepida, aiuterà a liberare l’aroma.








Curcuma
CURCUMA
Per accentuare la colorazione lo zafferano può essere abbinato ad un poco di curcuma, commercializzata sempre macinata ed utilizzata nella cucina medio orientale soprattutto come colorante.








Coriandolo
CORIANDOLO
Molto aromatico, è fondamentale nella cucina orientale e araba








Cumino
CUMINO
Spezia dal profumo penetrante, in miscele a base di curry, viene spesso combinato con il coriandolo.








Zenzero
ZENZERO
La radice di zenzero fresca è soda e succosa, e va sbucciata prima dell’uso; può essere affettata, tritata o grattugiata. Molto usato nella cucina orientale, lo zenzero è presente anche in numerosi piatti della cucina italiana. Fuori stagione è possibile utilizzarlo anche in polvere.








Cannella
CANNELLA
Disponibile sia in rotoli di corteccia che in polvere, è utilizzata sia per aromatizzare bevande e dolci sia in numerosi piatti agrodolci.








Vaniglia
VANIGLIA
Frutto di una pianta messicana della famiglia delle orchidee, è venduta in “stecche” (baccelli) ed è usata per aromatizzare cioccolato, creme, budini ecc. Dall’aroma molto intenso, conservatela accuratamente chiusa in un vaso di vetro, o finirà per “inquinare” tutte le altre spezie.








Ginepro
GINEPRO
Tipico arbusto di montagna, ne vengono utilizzate le bacche dal sapore intenso e resinoso; aggiungono un tocco di leggerezza a piatti untuosi o pesanti, soprattutto a base di carni stufate e di cavolo

Le categorie della guida