Questo sito contribuisce alla audience di

FAO & influenza aviaria

FAO: "Mancano i soldi per arrestare l'influenza aviaria negli animali".

Dobbiamo fermare l’epidemia negli animali

ma non abbiamo i soldi necessari per farlo.

Samuel Jutzi

Queste le parole usate da Samuel Jutzi, direttore della Divisione FAO Produzione e salute animale, nel corso della conferenza stampa che si è tenuta a Roma.

“All’inizio dell’epidemia - ha spiegato Jutzi - avevamo proposto un piano dal costo di circa 100 milioni di dollari per riuscire a contenere l’influenza aviaria negli animali e nei focolai già individuati, ma siamo riusciti a raccogliere solo un quarto delle somme necessarie e ora il rischio dell’epidemia minaccia da vicino anche l’Europa e l’Africa”

Il rischio con il tempo è destinato ad aumentare progressivamente.

Secondo il capo dei veterinari dell’agenzia delle Nazioni Unite, Joseph Domenech, infatti la prossima primavera l’Europa occidentale potrebbe essere esposta ad un forte rischio di contaminazione soprattutto a causa delle migrazioni di ritorno della fauna selvatica.

“Già da questo autunno - ha spiegato - siamo certi che il virus si estenderà all’area del Medio Oriente e dell’Africa Orientale, toccando solo marginalmente l’Italia e la Penisola Balcanica, ma dalla prossima primavera le migrazioni di ritorno da questi paesi verso l’Europa occidentale, potrebbero portare il virus anche nel cuore del vecchio continente”.

Per questa ragione, hanno spiegato gli esperti della Fao, sono necessari una serie di interventi coordinati a livello internazionale per fermare il virus all’interno della popolazione animale e scongiurare così il rischio di una pandemia tra gli uomini.

Ma non sembra essere questa la direzione seguita da molti governi, soprattutto da parte di quelli dei paesi ricchi.

“Si sono spese molti milioni di dollari per l’acquisto di scorte di farmaci antivirali che dovrebbero proteggere gli uomini, ma non sono state prese le misure necessarie a contenere il virus negli animali” ha concluso Jutzi.

Fonte Lanci

Le categorie della guida