Questo sito contribuisce alla audience di

La ricetta degli struffoli, delizie allegre e colorate

Gli struffoli, spettacolarmente festosi, nelle versioni più elaborate vengono serviti in un superbo croccante di mandorle a forma di cestino o cornucopia.

struffoli.jpg
Gli struffoli, spettacolarmente festosi, nelle versioni più elaborate vengono serviti in un superbo croccante di mandorle a forma di cestino o cornucopia.

Ingredienti per la pasta: farina circa 400 g, 4 uova e 1 tuorlo, 2 cucchiai di zucchero, burro 50 g, un bicchierino di limoncello o di liquore di anice, scorza grattugiata di mezzo limone e di mezza arancia, una bustina di vanillina, un pizzico di sale.

Per condire e decorare: miele millefiori 400 g, zucchero 150 g, confettini colorati o diavulilli 100 g, confettini cannellini 50 g, scorza di arancia candita 100 g, scorza di cedro candito 100 g, zucca candita o cucuzzata 50 g, alcune ciliegine candite, mandorle dolci tritate a piacere.

Esecuzione: disporre la farina setacciata a fontana sul piano di lavoro impastandola bene con gli altri ingredienti fino ad ottenere una palla omogenea ed elastica da far riposare per mezzora coperta. Ricavare dall’impasto dei bastoncini simili ad un lungo grissino e tagliarli in tocchetti di mezzo cm di lunghezza da friggere in olio caldo fino a doratura. Caramellare il miele con lo zucchero ed unire gli struffoli fritti, rimescolando delicatamente con la metà circa dei confettini e della frutta candita a dadini. Versare nel piatto di portata foggiando nella caratteristica forma a ciambella e decorando con i restanti confettini e canditi.

Mulsum e struffoli, matrimonio di successo

Un calice di Mulsum - Cantine Mothia - Marsala, Vendemmia Tardiva di Grillo, esalta egregiamente la degustazione dei dolcissimi struffoli.

Le Cantine Mothia nascono nel 1997 all’interno di un antico opificio adibito alla lavorazione delle uve.
La famiglia Bonomo, attuale proprietaria, oltre a ristrutturare completamente l’immobile di 8000 mq, ha valorizzato i terreni coltivati a vigneto mediante un’oculata riconversione varietale.

Questa piccola azienda per la prima volta ha prodotto a partire dal vitigno autoctono Grillo, dal quale si ottengono i liquorosi Marsala, un vino passito degno di nota.

Il Mulsum dal colore giallo carico è un magnifico vino da meditazione, che sprigiona al naso meravigliosi profumi di agrumi, pesca, miele di acacia confermando al palato con una lunghezza straordinaria l’ottima sensazione olfattiva.

Anna Russo

- Le tradizioni gastronomiche natalizie della Campania

- Il Sommelier articoli

Le categorie della guida