Questo sito contribuisce alla audience di

Italia Nostra contro le mega torri eoliche

La sede centrale di Italia Nostra ha deciso di presentare ricorso al TAR della Toscana contro l’autorizzazione alla costruzione di una centrale eolica industriale da realizzare nel Comune di Scansano in località Poggi Alti (Grosseto).

 

 

 

 

 

 

 

SCANSANO (GROSSETO):  CONTRO LE  MEGA TORRI  EOLICHE  ITALIA NOSTRA  RICORRE AL TAR

Roma, 20/04/06 - La sede centrale di Italia Nostra ha deciso di presentare ricorso al TAR della Toscana contro l’autorizzazione alla costruzione di una centrale eolica industriale da realizzare nel Comune di Scansano in località Poggi Alti (Grosseto).

Dieci torri eoliche dell’altezza complessiva di 110 metri (3 metri di più della cupola del Duomo di Firenze, poco meno del grattacielo Pirelli a Milano) situate, come sempre in  Italia a cercare il vento che scarseggia, sul crinale più alto di una valle intatta della più bella e riposta Maremma grossetana.

Il grande apparato industriale diventerebbe non solo il protagonista assoluto di un paesaggio raro e di particolare pregio, ma andrebbe ad interferire direttamente con il Castello dell’XI sec. di Montepò, che domina da un poggio al centro della valle il paesaggio antico di questa parte della Maremma.

“Adesso basta” ha dichiarato Carlo Ripa di Meana, Presidente di Italia Nostra, “Sono stato personalmente a Scansano e al Castello di Montepò a rendermi conto di uno scempio prossimo venturo che non trova alcuna giustificazione. Mi ha colpito in particolare la insostenibile aggressione che queste gigantesche macchine industriali porteranno alle linee purissime severe e imponenti di questo nobile maniero. Mi attendo che la Soprintendenza di Siena e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali”, conclude il Presidente di Italia Nostra, “intervengano con seri provvedimenti a tutela di questo monumento e di questo paesaggio”.


Nel frattempo, il  ricorso di Italia Nostra al Tar, intende aprire un confronto di carattere nazionale nel quale l’Associazione chiede che vengano ristabiliti i principi della tutela del paesaggio; in special modo quando esso è splendido contesto a monumenti che sono patrimonio nazionale irrinunciabile, da non sfregiare per nessun motivo.

 

Comunicato stampa del 20 aprile 2004

Per informazioni:
Andrea Costa
ITALIA NOSTRA - COMUNICAZIONE
Via Nicolò Porpora, 22 - 00198 Roma
comunicazione@italianostra.org
tel. 06.84406323 - 328.5812312
fax 06.8542892

 

Le categorie della guida