Questo sito contribuisce alla audience di

L'ebbrezza eolica mette a rischio le terre del Morellino

Allarme ambientale: pronte 10 mega torri eoliche da 110 metri.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’ “EBBREZZA”  EOLICA  METTE A RISCHIO LE TERRE DEL MORELLINO

ALLARME AMBIENTALE:  PRONTE  10 MEGA TORRI EOLICHE DA 110 METRI

 

Roma, 20/04/06 - Altro che sindrome Nimby (not in my backyard - non nel mio giardino).

 

La guerra all’eolico ormai diffusa in tutta Italia con decine di comitati locali è, al contrario, una battaglia in difesa degli interessi nazionali.

L’arrivo dei padroni del vento con la multinazionale spagnola Gamesa in Maremma, è il sintomo più grave di un attacco generalizzato al patrimonio paesaggistico italiano.

 

A Scansano(Gr), così come a Campobasso, si progettano centrali eoliche che vanno a turbare monumenti di valore nazionale, il cui valore è in larga parte determinato dall’essere ancora immersi nel contesto ambientale originario nel quale sono nati.

 

In Molise, 16 torri eoliche di 126 metri minacciano gli scavi archeologici dell’antica città di Saepinum, posta a cavallo del tratturo più famoso d’Italia (Pescasseroli - Candela), con effetti disastrosi pur essendo a sei chilometri e mezzo di distanza. E se ne è accorta anche la Regione Molise che su questo caso ha decretato una moratoria dell’eolico.

A Scansano, invece, la distanza tra il Castello di Montepò e i più grandi apparati industriali mai costruiti dall’uomo, sarebbe di soli due chilometri e mezzo.

Non a caso, in questo comprensorio, il PTC (Piano Territoriale di Cordinamento) della Regione Toscana, prescrive che gli stessi interventi “legati all’attività agrituristica e alla valorizzazione della produzione vinicola saranno realizzati secondo criteri di rigorosa compatibilità con l’integrità del contesto ambientale[…]”.

“Se perfino in Maremma, fino ad oggi luogo esemplare di gestione del paesaggio italiano”,  ha dichiarato Oreste Rutigliano, Coordinatore del Comitato Nazionale del Paesaggio “dovesse passare questa aberrazione, vuol dire realmente che siamo di fronte ad una emergenza nazionale. La Regione Toscana, bloccando questo insediamento ci riconfermi che vuole essere ancora un punto di riferimento di buon agire culturale”.

 

Comunicato stampa del 20 aprile 2006

 

Per informazioni:
COMITATO NAZIONALE DEL PAESAGGIO
Associazione per la tutela dei beni ambientali e del paesaggio
00192 Roma
Tel 06/3203998
e-mail: info@cnp-online.it

web: www.cnp-online.it 

 

Le categorie della guida