Questo sito contribuisce alla audience di

"Mozzarella-flavoured shreds"

Il presidente del Consiglio degli Industriali del Latte del Québec ha lanciato l'allarme al Ministero dell'Agricoltura del Québec sull'uso crescente di un prodotto succedaneo della mozzarella, utilizzato principalmente nella fabbricazione della pizza.

Il presidente del Consiglio degli Industriali del Latte del Québec ha lanciato l’allarme al Ministero dell’Agricoltura del Québec sull’uso crescente di un prodotto succedaneo della mozzarella, utilizzato principalmente nella fabbricazione della pizza.

Si tratterebbe di un prodotto battezzato “mozzarella-flavoured shreds”, composto essenzialmente di soia ed acqua e prodotto da un’azienda di Orlando, in Florida.

Il Ministero dell’agricoltura ha reagito richiedendo per il momento ai distributori di conformarsi alla legge sull’etichettatura dei prodotti alimentari, che prevede che tutti i prodotti che entrano nella composizione di un prodotto alimentare siano identificati sull’imballaggio.

I ristoranti e le pizzerie che utilizzano tale prodotto dovrebbero -da parte loro- essere tenuti ad avvertire il consumatore che il prodotto venduto non contiene mozzarella, ma un succedaneo di quest’ultima.

Oltre al Consiglio degli industriali lattieri, anche l’ Associazione dei produttori lattiero-caseari del Québec ritiene che il prodotto sia commercializzato illegalmente.

Il mercato della mozzarella utilizzata nella produzione della pizza è valutato in Canada sui 2 miliardi di dollari (circa 1,5 miliardi di Euro).

Le perdite per i produttori lattiero-caseari derivanti dall’utilizzo del succedaneo sono valutate oltre $ 600 milioni (€ 440 milioni).

Nella sola provincia del Québec, principale produttore canadese di mozzarella, le perdite sono valutate in oltre $ 300 milioni, cioè circa 220 milioni di euro.

Fonte: Ice Montreal, 23 giugno 2006

Le categorie della guida