Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista al Dr. Catello Matonti

Qualche domanda all'insigne Dr. Catello Matonti, medico igienista ed ambientale, Responsabile scientifico dell'Associazione Medicina Ecologica Italiana - A.M.E.I., tra le prime nell'area delle Medicine Alternative Naturali.

Qualche domanda all’insigne Dr. Catello Matonti, medico igienista ed ambientale, Responsabile scientifico dell’ Associazione Medicina Ecologica Italiana - A.M.E.I., tra le prime nell’area delle Medicine Alternative Naturali.

Quando nasce l’ Associazione Medicina Ecologica Italiana - A.M.E.I.?

“Gentilissima dottoressa Russo, il 4 maggio 2006 è nata l’ Associazione Medicina Ecologica Italiana - A.M.E.I., tra le prime nell’area delle Medicine Alternative Naturali. La ringrazio per la visibilità che ha dato al relativo sito, sia dedicando ad essa alcuni interventi, sia indicandolo tra i link preferiti della Guida di Educazione alimentare, che cura con amorevole passione e diligente impegno”.

Esimio dottore, La ringrazio pubblicamente per i seri e professionali consigli che distribuisce gratuitamente sul web ai simpatizzanti della Medicina Ecologica, ai quali invia suggerimenti utili e preziosi.

“La Medicina Ecologica si pone in controtendenza alla dinamica consumistica che affonda le proprie radici nella moderna cultura occidentale.

Essa rivolge la sua primaria attenzione all’individuo-ammalato, al suo ambiente, al suo stile di vita e alle innumerevoli interferenze nocive ambientali ed alimentari. Non alla specifica malattia o sintomatologia e quindi al protocollo terapeutico ufficiale e standardizzato.

È indispensabile valutare il soggetto ammalato come individuo nel quale organismo si è manifestata una patologia.

Esistono miliardi di patologie quanti sono le persone che abitano sul pianeta terra e non centinaia di malattie per quante sono quelle che la Scienza Medica ha catalogato”.

Perché nasce la Medicina Ecologica?

“L’Inquinamento Ambientale ha determinato negli ultimi anni l’incremento esponenziale delle malattie croniche, delle patologie neoplastiche, delle sindromi allergiche, delle intolleranze ad inquinanti chimici, fisici e biologici.

La Medicina Ecologica si pone in controtendenza alla dinamica consumistica non regolamentata e non controllata. Si avvale di tutto quello che è scientificamente insostituibile negli interessi primari dell’individuo ed è attenta a tutte le metodiche alternative convalidate da studi epidemiologici e statistiche sanitarie.

Promuove lo studio delle relazioni fra le leggi naturali e l’organismo umano, considerato come parte integrante dell’ambiente in cui vive, auspicando una maggiore attenzione da parte delle Istituzioni affinché l’Ecologia ritorni ad essere un elemento di riferimento per il futuro sviluppo della società.

Concorda con l’affermazione che, alla stregua della diagnosi e della terapia medica, anche la dieta debba essere personalizzata?

“Pienamente! Ogni singolo individuo risponde ad una malattia con una propria sintomatologia. La malattia, pertanto, deve essere valutata attraverso un attento esame clinico delle risposte chimiche - fisiche - bio-energetiche - emotive - caratteristiche solo di quell’organismo o individuo. La Diagnosi e la Terapia Ecologica hanno in primaria considerazione quanto detto”.

Sul mio sito sto portando avanti un discorso di valorizzazione del Modello Alimentare Mediterraneo. Che cosa ne pensa?

“La Dieta Mediterranea - l’Alimentazione Mediterranea - rappresenta uno dei più importanti riferimenti nutrizionali medico-scientifici della Medicina Ecologica.

Noi non approviamo affatto tutto quello che la pubblicità in materia di alimentazione ci propina tutti i giorni e con tutti i mezzi.

Non ultimo anche attraverso Internet dove liberamente giovani, anziani e malati possono attingere informazioni non veritiere, spesso nocive, sui benefici di cibi industrializzati e integratori alimentari a cui si attribuiscono “miracolose proprietà” nutrizionali e terapeutiche.

Anche il campo della Medicina Alternativa o Non Tradizionale è invaso da metodiche terapeutiche e diagnostiche che rasentano la magia e l’illusionismo”.

Ci parli dello Stile di Vita Ecologico.

“Un regime dietetico che tende alla prevenzione di patologie e malattie croniche di pertinenza alimentare deve in primis proporre salute per tutti.

Alimentiamoci con cibi naturali che il territorio in cui viviamo ci offre stagionalmente, evitiamo cibi industrializzati e sofisticati.

Alimentazione ecologica e sano movimento fisico tutti i giorni (è sufficiente anche una semplice passeggiata di buon passo o una pedalata in bicicletta della durata di 15/20 minuti) rappresentano una garanzia per la salute!”.

So che, a nome dell’ Associazione Medicina Ecologica Italiana - A.M.E.I. , tiene a fare alcune puntualizzazioni. Le esprima.

“L’Associazione Medicina Ecologica Italiana - A.M.E.I. Italiana ribadisce che l’Educazione Sanitaria, l’informazione Scientifica seria e professionale, la Prevenzione sanitaria, l’applicazione di metodiche terapeutiche ecologiche alternative come la Fitoterapia, l’Agopuntura, l’Omeopatia, la Bioenergetica, l’Aromaterapia, l’Omotossicologia ed altre, che hanno alla base esperienze e studi di decenni e secoli , siano rivalutate e considerate non come metodiche altrnative o non tradizionali ma metodiche di completamento e quindi complementari alla medicina ufficiale”.

Grazie. Auguri di buon lavoro a Lei e a tutto lo Staff della Società di Medicina Ecologica Italiana!

“Anche a Lei, dottoressa Russo, auguri per il successo che ampiamente merita”.

Le categorie della guida